Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

lunedì 25 settembre 2017Aggiornato il:

Diario di viaggio in Vietnam - da Singapore a Saigon


Skyline di Singapore all'alba, dalla piscina dell'albergo. (Si vede anche la ruota del Singapore Flyer)

Diario di viaggio in Vietnam - da Singapore a Saigon
20 agosto 2017


Dobbiamo lasciare la stanza alle 10, questo significa che abbiamo ancora qualche ora da trascorrere a Singapore, dato che ci svegliamo sempre prestissimo.
Facciamo una lunga passeggiata dall'albergo a Lavender street, riuscendo a visitare due templi che l'altro pomeriggio erano già chiusi (Leong San e Sakya Muni Buddha Gaya). Da lì proseguiamo in Serangoon road che attraversa tutto il quartiere indiano fino ad arrivare a Bencoolen street, dall'altra parte del fiume.

lunedì 18 settembre 2017Aggiornato il:

Diario di viaggio - Singapore (terza parte)


Tempio Thian Hock Keng


Diario di viaggio - Singapore (terza parte)
19 agosto 2017

Stamattina visitiamo la zona che, lo dico subito, è la mia preferita di Singapore: Chinatown. Sono di parte, adoro la Cina e tutto ciò che riguarda la cultura cinese,  dai templi (che secondo me hanno un'architettura unica e meravigliosa) al cibo, che alla fine è quello con i sapori che apprezzo di più.

mercoledì 13 settembre 2017Aggiornato il:

Diario di viaggio - Singapore (seconda parte)



Diario di viaggio - Singapore (seconda parte)
18 agosto 2017


Ieri sono crollata molto presto, e ora mi ritrovo sveglia nel cuore della notte. Dalla finestra attendo impaziente di vedere le prime luci dell'alba, e appena il cielo diventa chiaro esco a prendere una boccata d'aria. Adoro vedere la città che si sveglia, in giro c'è già qualcuno che va a lavorare, c'è gente che aspetta l'autobus, o cammina velocemente a prendere la metro.

Faccio un giro per il quartiere e trovo un 7 eleven dove compro dei biscotti per la colazione. In camera abbiamo il bollitore e l'acqua in bottiglia, e appena torno su prepariamo il caffè, dato che Lore si è alzato.

Stamattina visitiamo la zona intorno a Marina Bay. Mi fa strano pensare che un albergo sia considerato uno dei simboli della città, e devo ammettere che visto in foto mi ha sempre lasciata piuttosto dubbiosa e perplessa. Ecco, sarà per l'altezza impressionante, sarà che subisco il fascino dei grattacieli, ma ho rivalutato il mio giudizio.

giovedì 7 settembre 2017Aggiornato il:

Diario di viaggio - Singapore (prima parte)


Diario di viaggio - Singapore (prima parte)
16 e 17 agosto 2017


Sono sull'autobus per Malpensa. L'autista deve essere reduce da un Ferragosto parecchio alcolico, a giudicare dalla guida a zig zag e dall'occhio pallato. Stamattina all'alba siamo passati a fare colazione al bar di Maria (una cinese simpatica ma fuori di testa) che voleva a tutti i costi offrirmi un chupito. Ti ringrazio ma meglio di no, amica mia, sai com'è, mi sono appena alzata e vorrei evitare di perdere l'aereo.

A Malpensa c'è un discreto viavai di gente, ma al check-in c'è poca coda. Evidentemente non siamo arrivati abbastanza in anticipo dato che il volo è già pieno e non riusciamo ad avere i posti vicini. Pazienza.

È la prima volta che volo con Etihad, sono seduta vicino al finestrino, e di fianco a me c'è un ragazzo indiano gentilissimo con cui scambio qualche parola durante le sette ore scarse che ci vogliono per arrivare ad Abu Dhabi. A Lore va un pochino peggio, è nei sedili centrali ma almeno ha il posto corridoio. Per pranzo scelgo riso con agnello, terribile, e prendo una birra. Le ore passano abbastanza in fretta anche se non mi alzo nemmeno una volta per andare in bagno, dato che il mio vicino dorme e non lo voglio disturbare.

lunedì 4 settembre 2017Aggiornato il:

Di viaggi, ritorni, e propositi

Sono rientrata da poco a Torino. Il viaggio di ritorno è sempre strano per me, ci metto un po' a elaborare l'idea che devo riabituarmi alla vita di tutti i giorni. Forse è per questo che non mi concedo tregua e appena metto piede a casa disfo le valigie, carico la lavatrice, sistemo tutto, divido i souvenir, scarico le foto. Praticamente una pazza scatenata.
Poi crollo, e infatti è due giorni che fatico a stare sveglia.

Torno sul blog dopo più di un mese di assenza, ho una voglia matta di raccontare questo agosto così caldo, di questa estate che mi ha stravolta, di questo viaggio che ho atteso tanto. Troppo.

Un post condiviso da Simona Zanellato (@simo_ciccola) in data:
Un chiosco di panini a Nha Trang (Vietnam)

lunedì 31 luglio 2017Aggiornato il:

Racconti di un luglio già finito

L'estate è la mia stagione preferita, ma quest'anno succede che una serie di avvenimenti me la stanno facendo apprezzare meno, e lo so già che arriverò a fine settembre col rimpianto di non averla vissuta come avrei desiderato. Stato d'animo altalenante, ho degli sprazzi di gioia e dei picchi di tristezza che è inutile descrivere.

Comunque, luglio, col bene che ti voglio, non sei stato poi così brutto.

Il Mare
No, luglio non è stato brutto, anche se alla fine non sono andata al mare nemmeno una volta, e gli amici della spiaggia si saranno già dimenticati di noi, quei due strani individui a cui hanno offerto vino e simpatia.

Anzi, una volta ci sono andata, il tempo di una passeggiata sul molo mentre ancora tutti dormivano, un'alba malinconica e poi via. Al lavoro, ai miei obblighi quotidiani, alle responsabilità intervallate sporadicamente da un po' di follia, come una gita durata il tempo di una colazione sulla spiaggia.

Spotorno all'alba