Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

giovedì 11 novembre 2010Aggiornato il:

Miyajima e Hiroshima


A pochi minuti di traghetto dal porto di Hiroshima c'è Miyajima, famosa per il torii rosso nel mare (che è il simbolo dell'isola), la porta rossa del santuario Itsukushima costruito con palafitte sulla spiaggia. Durante l'alta marea il torii spunta dall'acqua su cui sembra galleggiare, mentre con la bassa marea ci si può avvicinare a piedi.

Siamo capitati qui in una giornata particolare: i fuochi d'artificio di metà agosto. Già dal mattino i fotografi se ne stavano appostati nei luoghi strategici per non perdersi lo spettacolo serale, e nel corso della giornata l'isola si è riempita di giapponesi in kimono per la festa.

I cervi sono elemento caratteristico dell'isola, girano liberi e sono felici di ottenere un biscotto. Conviene fare attenzione, anche se hanno l'aria davvero mansueta.

La cosa che mi ha colpita di più appena scesa dal traghetto è la quantità esagerata di bancarelle che vendono cibo lungo tutto il tratto di spiaggia che porta al santuario Itsukushima.
In effetti fa venire fame e voglia di assaggiare un po' di tutto, dagli spiedini di ogni tipo (alcuni davvero buffi, come il cetriolo infilzato per lungo che aveva molto successo!!), diverse varietà di wurstel e frittate di ogni genere. Io ho mangiato la seppia grigliata infilata sullo spiedino e condita con una salsa dolciastra (buona, ma è difficile da mangiare così).

Un'altra specialità del posto sono le ostriche grigliate (da acquolina in bocca) e i Momiji Manju, i biscotti ripieni a forma di foglia d'acero (il simbolo dell'isola).
I prezzi sono decisamente turistici, cioè abbastanza alti: ogni spiedino in media 300/400 yen (e con uno ci si fa giusto merenda).


Vicino alla spiaggia e alla zona dei negozi ci sono altri santuari, ma noi abbiamo preferito salire al Monte Misen per godere della vista spettacolare. La funivia costa 1800 yen andata/ritorno e abbiamo fatto parecchia coda per salire. Bisogna tener conto che una volta su bisogna comunque camminare ancora per arrivare in cima, passando da alcune strutture buddiste per arrivare all'osservatorio. (E' un'escursione un po' faticosa).

So che quassù vivono le scimmie, appena fuori dalla stazione della funivia ci sono anche diversi cartelli che spiegano il comportamento da avere nel caso in cui si avvicinino alle persone, ma purtroppo non ne abbiamo vista neanche una!

Bisogna fare molta attenzione a non perdere l'ultima funivia per tornare giù, altrimenti l'unico modo è andare a piedi.

Tra le altre cose che avrei voluto visitare c'è l'acquario vicino al mare, ma era chiuso per restauro, dovrebbe aprire ad agosto 2011.


La mappa dell'isola Miyajima


La mappa di Miyajima con i passaggi per il Monte Misen
Il biglietto fronte/retro per la funivia
Sulla mia Lonely Planet ho fatto i due timbri della funivia!

Per andare a Miyajima dalla stazione JR di Hiroshima bisogna prendere il tram n°2 fino al capolinea (70 minuti circa). Da lì si prende il traghetto che ferma al porto di Miyajima (10 minuti circa).

La mappa dei trasporti (tram) di Hiroshima

Per visitare nella stessa giornata l'isola di Miyajima e i principali siti di Hiroshima conviene fare il pass giornaliero dei trasporti, costa 600 yen (il biglietto per la singola corsa costa 150 yen).
Si timbra la tessera ogni volta che si scende dal tram.


La cartina di Hiroshima

I principali luoghi di interesse di Hiroshima

Nessun commento:

Posta un commento

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...