Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

domenica 15 maggio 2011Aggiornato il:

Il mio bento 3° parte

Cucinare bene non basta, il lato artistico ha un ruolo fondamentale per creare i piatti. La cucina giapponese per me è arte, ogni piatto è da ammirare come un bel quadro. 

Come ormai sarà chiaro a tutti, l'artista / chef che crea i miei bento non sono io, ma la mia dolce metà. Io sono la fortunata destinataria, che dopo aver ammirato l'opera si gode la preziosa cena in pausa dal lavoro.

In questa terza (e penso ultima) parte ci sono davvero i miei bento preferiti.

La prossima volta che andrò in Giappone (a breve eh eh!) andrò da Tokyu Hands a comprare altri bento, ce ne sono alcuni con le bacchette in uno scompartimento sopra il coperchio molto pratici (le bacchette sono divise a metà, per usarle bisogna avvitare le due parti).


Tonkatsu alla Kenzo
Tonkatsu alla Kenzo (fettina panata su riso)
Sono poche le sere che ceniamo insieme. Quando decide di fare le fettine panate alle volte Lore esagera con le quantità e frigge anche 7 o 8 bistecche (siamo solo noi due!!). Ma non c'è nessun pericolo di spreco, sono avanzate delle fettine? Si prepara un bel Tonkatsu da portare a lavoro! (Così sono felice due volte!)

lunedì 9 maggio 2011Aggiornato il:

Gita a Roma - seconda parte



Lunedì mattina. Anche se vorrei dormire ancora un po' mi alzo presto per andare sul terrazzo a godermi il sole del mattino. E' una splendida giornata, non c'è neanche una nuvola. Scendiamo a fare colazione con cappuccino e brioche col miele e poi ci prepariamo per lasciare l'appartamento. Ieri sera su consiglio della giapponese che era al nostro tavolo mi sono portata via il centrotavola floreale, così oggi mi toccherà portarla nella borsa di carta per non rovinarlo.


Il centrotavola con fiori di ciliegio e bembù
centrotavola

martedì 3 maggio 2011Aggiornato il:

Gita a Roma - prima parte

Roma in due giorni: la toccata e fuga più folle della storia dei miei viaggi!

Quando abbiamo saputo dell'evento organizzato da Gambero Rosso (la cena raccolta fondi per il Giappone che ho raccontato in questo post) in fretta e furia ci siamo organizzati per il viaggio.

Volo: Torino - Roma con Alitalia (partenza domenica mattina, ritorno lunedì sera: € 90 a/r) prenotato su EDreams.
Sistemazione: Case Doro Apartments prenotato su Booking. (Un bellissimo monolocale con terrazzo, in zona Trastevere, € 100).
La ricerca è stata faticosa, trovare una stanza a Roma con così poco anticipo (meno di una settimana) e un budget limitato, sembrava impossibile.

Da Fiumicino abbiamo preso il treno (€ 8) e siamo scesi alla Stazione Trastevere, poi il tram Linea 8 per 6 fermate. Siamo arrivati nel monolocale di Via della Gensola poco dopo le 14, in perfetto orario per poterci riposare un pochino e avere il pomeriggio a disposizione per fare i turisti.


Monolocale a Roma
Il terrazzo del monolocale visto dalla vetrata della cucina