Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

mercoledì 29 giugno 2011Aggiornato il:

Breve fuga in Costa Azzurra - seconda parte



Lunedì - Mattina ad Antibes. La linea 1 dal lungomare di Juan les Pins porta nel centro di Antibes in circa 12 minuti (dipende dal traffico). La città vecchia è davvero bella. Le viuzze, le case, il mercato, il Museo Picasso sul lungomare. Abbiamo camminato fino al Fort Carrè, sembrava abbastanza vicino invece è una sfacchinata! Abbiamo costeggiato tutto il porto, preso la strada panoramica che sembrava non finire mai e quando finalmente siamo arrivati all'ingresso era chiuso! Chiuso il lunedì, il bello è che me l'ero anche segnato... Ci siamo consolati con un hot dog sulla spiaggia e siamo tornati in centro con la Linea 13.

Con la Linea 2 siamo andati a Cap d'Antibes nella bellissima Plage de la Garoupe: primo bagno dell'anno!

Antibes
Antibes

sabato 25 giugno 2011Aggiornato il:

Breve fuga in Costa Azzurra - prima parte

Ogni anno aspetto che arrivi giugno (e l'estate) come quando da bambina aspettavo Natale per scartare i regali. Che delusione quando il tempo è così brutto, tutti i giorni, manco fossimo nella stagione delle piogge! "Voglio andare al mare!!" Ho qualche giorno libero, l'occasione è da prendere al volo, dobbiamo solo scegliere dove andare.

Mi andava bene un posto vicino, in Liguria per esempio. Ma c'è un ma:
1) In Italia i portali di prenotazione sono a dir poco arretrati, probabilmente si usa ancora prenotare telefonando direttamente all'albergo.
2) Ciò significa che bisogna conoscere l'albergo in questione.
3) Tra gli alberghi che ho trovato (cercando anche bed & breakfast, ostelli, ecc.) i prezzi mi hanno lasciata di stucco.

Ho spostato la ricerca dalla Liguria alla Costa Azzurra e ho trovato prezzi decisamente più abbordabili. La scelta è scontata, oltretutto è un posto che adoro.

La sfortuna ha tentato di mettersi in mezzo:
- a pochi giorni dalla partenza booking.com ci fa sapere che l'hotel ha rifiutato la carta di credito (e per forza, per una serie di altri sfortunati eventi eravamo senza e ne abbiamo usata una farlocca prepagata). Mando una mail direttamente all'hotel buttandomi un po' a pietà (trovare un altro albergo economico con così poco anticipo sarebbe diventato impossibile, tanto valeva andare in Liguria).
- Lore scivola e si rompe la spalla, tutore e prognosi di 25 giorni...chi ce l'ha mandata questa?

Decidiamo di fregarcene della sfortuna e partiamo lo stesso (abbiamo ricevuto anche risposta positiva dall'albergo), anche se per Lore andare al mare impacchettato nel tutore non deve essere il massimo della goduria...
Treno delle 7.30 da Porta Nuova preso al pelo, alle 13.10 eravamo a Juan les Pins.

Juan les Pins
Juan les Pins

giovedì 16 giugno 2011Aggiornato il:

Giappone....manca poco!

Ci siamo. Manca davvero poco per il mio secondo viaggio in Giappone e non sto nella pelle. Prima di partire per un posto sconosciuto ho un po' paura. Quando invece sto per tornare in un luogo dove sono già stata mi sento euforica e ansiosa come quando so che riabbraccerò un caro amico che non vedo da tanto tempo. C'è qualcosa di magico in Giappone, un'atmosfera e un senso di pace che non avevo mai trovato prima. Una sensazione di serenità che ho provato costante in tutti i posti dove sono stata, dalla tranquilla cittadina dello Shikoku al caos di una serata a Shinjuku (quartiere di Tokyo).

Siccome ci siamo trovati bene anche quest'anno voliamo con Aeroflot (il biglietto l'ho preso a gennaio).
Per il pernottamento a Tokyo questa volta la scelta è caduta su un albergo a Shibuya.
Visiteremo i posti che lo scorso anno abbiamo dovuto tralasciare per problemi di tempo: Kamakura, Nikko, Hakone.

Mentre conto i giorni che mancano, mi lascio andare ai ricordi...


Ricordi di viaggio: Yushima Shrine
A Tokyo quando si entra in un tempio si entra nel silenzio, il caos della città resta fuori. Solo il canto (assordante) delle cicale e la pace spirituale.
Yushima Shrine