Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

venerdì 25 novembre 2011Aggiornato il:

Un po' di cose dal Giappone

In Giappone i supermercati mi fanno lo stesso effetto di un negozio di scarpe: quando entro vorrei portarmi a casa tutto, che mi sia utile o no è un fattore superfluo. Naturalmente sono costretta a trattenermi, ma quando sono tornata in Italia mi sono accorta di non essermi proprio fatta mancare niente!
La maggior parte delle cose che ho fotografato sono già andate (regalate, usate, mangiate, bevute....).
Seguiranno altri post del mio "bottino", quello di oggi è a tema 'mangereccio e affini'.

Comincio con qualcosa da bere:
- Denki Bran. E' una creazione dello storico Kamiya Bar di Asakusa (aperto nel 1880). E' un mix tra brandy, gin, vermouth e erbe. A me ha ricordato un pochino il Martini Rosso ma è 10 volte più forte.
- Suntory Whisky Kabukin etichetta gialla. Whisky standard della Suntory con la bottiglia in vetro a forma di guscio di tartaruga.
- Hakushu single malt whisky (10 anni). Whisky prodotto in alta quota (Alpi Giapponesi del sud)

mercoledì 23 novembre 2011Aggiornato il:

7 link project

Accetto volentieri l'invito di Elena (che ringrazio tantissimo per aver pensato a me) e segnalo i miei 7 post che dovrebbero essere i più importanti, o per lo meno quelli che spiccano per qualcosa. 
Premetto che ho fatto un po' di fatica a scegliere perchè sono molto critica con me stessa, comunque questi sono i miei:

  • Il post il cui successo mi ha colpito: Il mio bento 4° parte
    La 4° parte della saga dei pranzetti che mi prepara la mia dolce metà quando vado a lavorare. Va bene che è bravo, ma non pensavo che avrebbe avuto tanti consensi!
  • Il mio post più popolare: A Roma pensando al Giappone (e in generale i diari di viaggio in Giappone).
    A Roma ho potuto non solo fare un pochino di beneficenza,  ma ho cenato con piatti dei migliori chef giapponesi in Italia!
  • Il mio post più controversoIl viaggio a Zanzibar
    Un paese bellissimo, ma poverissimo. Dove mi sono resa conto che io ho tutto e loro niente. Eppure loro sorridono in continuazione, noi abbiamo sempre la luna storta. Non so se posso definirlo controverso. Di certo è un viaggio che mi ha cambiata.
  • Il mio post più utile: A Beppu tra inferni e onsen
    Qualche informazione su Beppu, una cittadina del Giappone sottovalutata nei viaggi ma che merita davvero una visita.
  • Il post che secondo me non ha avuto l'attenzione che meritava: Tunisia 2007
    Non sarà il Giappone, ma per me è stato un viaggio davvero stupendo!
  • Il mio post più bello: Museo Ghibli
    Un po' per il posto (che adoro), un po' per come l'ho scritto.
  • Il post di cui vado più fiera: La mia collezione di timbri
    Questo l'ho un po' sparato a caso. Vado fiera di tutto ciò che ho fatto fin'ora, perchè ho la possibilità di vedere posti fantastici, di scriverci su un diario, e di avere qualcuno con la voglia di leggerlo.

Ora, se ne hanno piacere, tocca ai prossimi 7 blog!

domenica 20 novembre 2011Aggiornato il:

Le scatoline di caramelle giapponesi

Ecco un'altra di quelle cose che potevo trovare solo in Giappone.
La prima volta che le ho viste ho subito pensato al film dello Studio Ghibli "Una tomba per le lucciole", perchè la sorellina del protagonista ne ha una uguale.  Il film (bellissimo) è di una tristezza infinita e cruda realtà di guerra. Queste caramelle invece fanno ridere! Non so se qualcuno ha il coraggio di mangiare certi gusti, io non ho resistito e ne ho comprati diversi tipi per fare qualche regalo spiritoso...

La collezione al completo...

giovedì 17 novembre 2011Aggiornato il:

I ventagli pubblicitari in Giappone

La prima cosa che ho scoperto in Giappone è che non esistono cestini, bidoni dell'immondizia o cose del genere. Qualsiasi cosa superflua da buttare (una carta di caramella ad esempio) bisogna tenersela in tasca e aspettare di trovare un cestino (che non è per niente facile!) oppure portarsela a casa. Per questo motivo i ragazzi che fanno volantinaggio in genere sono evitati come la peste! 
Per riuscire a rifilare la pubblicità ai passanti hanno dovuto abbinarla ad un gadget. Quelli che vanno di più sono le confezioni di fazzolettini, ma i miei preferiti sono i ventagli. E' vero che sono un po' ingombranti ma nelle caldissime giornate di agosto sono utilissimi! (I giapponesi si sventagliano in continuazione, anche nel gelo della metropolitana... In alcuni casi ho pensato che a forza di usarlo diventi una specie di tic.)

Questi sono alcuni ventagli che mi sono tenuta come souvenir (qualcuno per me, qualcuno da regalare).
In più, abbiamo trovato un ottimo utilizzo extra: vanno benissimo per le grigliate, al posto del solito pezzo di cartone che si usa per fare aria!


Il ventaglio dei campionati del mondo di atletica leggera 2011
(Daegu - Corea del Sud).
Il 27 agosto c'è stata la maratona femminile.
Il Kenya si è aggiudicato i primi 3 posti, al 4° posto Etiopia e la giapponese Yukiko Akaba è arrivata 5°.

giovedì 10 novembre 2011Aggiornato il:

Il mio bento 4° parte

Nuova puntata dedicata ai bento che mi prepara la mia dolce metà! Col tempo ha affinato la tecnica, e oltre ad essere molto buoni sono anche davvero belli da vedere (e da fotografare!).

Riso con semi di sesamo, gamberetti e alga. Uovo all'occhio di bue come contorno.
Bento

Collezione di timbri - Giappone 2011

In Giappone i timbri sono molto famosi. Li usano addirittura come firma (si chiamano Hanko, quelli ufficiali vengono fatti su misura e  registrati come documento personale). In ogni tempio o santuario si trova un timbro (i collezionisti seri li raccolgono su un quaderno speciale che si chiama Shuincho), ma non solo qui.
Prestando attenzione vi accorgerete che i timbri sono dappertutto: nelle stazioni, nei negozi, all'aeroporto, nei musei.... Per me è diventata quasi una mania, e siccome lo scorso anno non ero ben organizzata mi sono trovata a timbrare di tutto, anche la guida che mi portavo dietro, col risultato di non capirci più niente. Questa volta mi sono attrezzata: agendina sempre in borsa e matita con cui scrivere immediatamente una piccola descrizione. 
Sono riuscita a raccoglierne una discreta quantità, questi sono i miei preferiti!


Evento estivo per Snoopy ospite per qualche giorno
da Mitsukoshi a Ginza.
Per i collezionisti questa era una vera e propria sfida: ogni giorno un timbro diverso! Da raccogliere naturalmente in un album dedicato... Io mi accontento del mio unico timbro! (Di cui vado molto fiera!)

mercoledì 9 novembre 2011Aggiornato il:

L'isola di Enoshima

Enoshima
L'isola di Enoshima è uno dei posti che mi sono piaciuti di più tra tutti quelli che ho visitato quest'estate. Partiti da Tokyo per andare a Kamakura, quest'isola doveva essere solo una piccola deviazione. Invece è talmente bella che l'ho voluta visitare tutta e alla fine ho dovuto limitare le visite ai Santuari di Kamakura per riuscire a tornare in serata a Tokyo. Se mi capiterà l'occasione di tornarci mi fermerò sicuramente una notte o due, anche perchè il mare è fantastico.






lunedì 7 novembre 2011Aggiornato il:

Giappone 2011 - Arrivederci Tokyo



Diario di viaggio in Giappone
18 agosto 2011

Hachiko
Un ultimo saluto ad Hachiko prima di lasciare Shibuya!
(Aspettaci eh, che torneremo....Ciao Tokyo)

Ci alziamo presto per fare le cose con calma (colazione, chiusura bagagli, salutino alla città...), e poi finiamo con l'essere in un ritardo pauroso! Per la prima volta il sito Hyperdia* mi ha tradita, ma è facile che sia io che abbia scritto male gli orari dei treni...
Fatto sta che lasciamo il nostro caro e amato Shibuya Tobu Hotel e tutto lo staff della reception che ci ha salutati con un sorriso e un inchino profondo... Ecco, già mi viene un nodo alla gola. (Scherzando abbiamo immaginato che in realtà ogni volta che rientravamo in albergo pensassero "Ma questi non se ne vanno più??" e quindi oggi abbiano detto "Finalmente hanno levato le tende!")

venerdì 4 novembre 2011Aggiornato il:

Giappone 2011 - Sugamo, una Tokyo insolita



Diario di viaggio in Giappone
Mercoledì 17 agosto 2011


Stamattina ci godiamo un po' di pace al Sugamo Rikugien Garden. Per raggiungere l'ingresso bisogna girare attorno al lungo perimetro del parco. E' una zona molto tranquilla e silenziosa di Tokyo in cui sembrano esserci solo le cicale. Una volta fatti i biglietti iniziamo il nostro giro seguendo il percorso proposto dalla guida presa all'ingresso. Questo è un classico giardino giapponese, ed è talmente curato e perfetto che sembra quasi finto. I colori sono bellissimi, tutte le tonalità del verde che si specchiano nel laghetto al centro.

Uscendo dalla stazione della Yamanote line
Yamanote line

giovedì 3 novembre 2011Aggiornato il:

Studio Ghibli shop a Kamakura

Gli shop dello Studio Ghibli mi colpiscono sempre per la cura dei particolari e la bellezza delle location. Questo è il negozio di Kamakura, diviso in due parti. Si scende e ci sono i "classici", da Totoro a Porco Rosso. Ci sono alcuni pezzi davvero eccezionali, come l'orologio con Totoro che quando suona riproduce una scena del film. Nell'ingresso a destra invece si salgono alcuni gradini e si entra nella "boutique", con tantissimi ninnoli ma soprattutto la zona dedicata all'ultimo film, con tanto di schermo con il trailer e la colonna sonora. Fuori, un'ampia vetrina dedicata al giardino.
Prima di entrare ho notato il banchetto dei timbri: ho arricchito la mia collezione con due timbri nuovi! (Uno di Totoro e l'altro di Kiki)
Mi piacerebbe davvero tanto lavorare in uno di questi negozi. 

L'ingresso del negozio: a destra si scende, a sinistra si sale.
(I due locali non sono comunicanti)
Studio Ghibli shop Kamakura

martedì 1 novembre 2011Aggiornato il:

I gatti di Enoshima

Quando incontro dei gatti durante i miei viaggi non posso fare a meno di fotografarli. 


Enoshima
Gatto sonnecchioso sotto la cartina dell'isola