Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

mercoledì 15 gennaio 2014Aggiornato il:

Renoir a Torino


RENOIR. Dalle collezioni del Musée d'Orsay e dell'Orangerie.

Dopo la mostra dedicata a Degas Torino ospita Renoir (1841 - 1919), un altro importante esponente dell'Impressionismo.

Circa sessanta quadri provenienti da Parigi (Musée d'Orsay e dell'Orangerie) ripercorrono la carriera artistica del pittore, suddivisa in nove percorsi che raccontano il suo desiderio di sperimentare e la ricerca del nuovo.
Si comincia con i ritratti eseguiti a Parigi negli anni 60 dell'Ottocento, passando attraverso i paesaggi (bellissimi quelli fatti in Algeria) e ai fiori, per immergersi nei ritratti dei bambini (in particolare dei suoi figli) e delle ragazze al piano. Si termina con il nudo femminile (in cui altera i colori originali per esaltarne la forma e la bellezza) e con lo splendido "Le Bagnanti".




Tra le opere più famose ci sono "Ballo in campagna" (1883 - Olio su tela, cm 180x90) e "Ballo in città" (1883 - Olio su tela, cm 180x90). La grandezza delle due tele e lo stesso soggetto - il ballo - reso in maniera differente (posato ed elegante per l'alta società, spontaneo e disinvolto per i campagnoli) lasciano a bocca aperta. I colori, i particolari, la resa dei tessuti degli abiti e l'espressione delle danzatrici sono allo stesso tempo precisi e delicati.

A sinistra: "Ballo in campagna" (1883 - Olio su tela, cm 180x90) - a destra: "Ballo in città" (1883 - Olio su tela, cm 180x90)
Musée d'Orsay, Parigi

Un esempio di sperimentazione della tecnica pittorica impressionista è offerto da "L'altalena" (1876 - Olio su tela, cm 92x73). La luce che filtra dalle foglie viene resa con piccole macchie di colore, e il giallo e il blu sono le tonalità di base del dipinto che creano una soluzione cromatica innovativa.

"L'altalena" (1876 - Olio su tela, cm 92x73)
Musée d'Orsay, Parigi



Il percorso è ben studiato, le didascalie contribuiscono alla comprensione delle opere e l'illuminazione esalta i colori dei dipinti. La mostra ha riscosso un successo incredibile, segno che la cultura e l'arte hanno sempre un peso importante per Torino.

Se passate da queste parti vi consiglio di non perdere questa mostra, avete tempo fino al 23 febbraio.



----------------------------------------------------
Info pratiche:

RENOIR. Dalle collezioni del Musée d'Orsay e dell'Orangerie.
Dal 23 ottobre 2013 al 23 febbraio 2014

GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea
Via Magenta 31, Torino
(Autobus 60, 52, 36 - Metro stazione Re Umberto)

Orari:
Da Martedì a Domenica: 10.00 - 19.30
Giovedì: 10.00 - 22.30
Lunedì chiuso.

Biglietti:
€ 12  Intero
€   9  Ridotto
€   8  Gruppi
€   5  Scuole
€ 24  Famiglie (2 adulti + 1 under 14)



Per maggiori infprmazioni visitate:
www.mostrarenoir.it
www.gamtorino.it

----------------------------------------------------



16 commenti:

  1. Oh! Che bello, che bello, che bello! Ogni volta che torno a Torino vorrei vedere sempre 10 mila mostre/librerie/negozi e/o semplicemente camminare per le viuzze nascoste del centro e non ho mai il tempo per fare tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che la mostra è stata inaugurata a ottobre ed io sono riuscita ad andarci solo adesso...

      Elimina
  2. Purtroppo sono molto lontano... hai fatto bene a non perderti questa mostra, perché è sicuramente bellissima! :D
    Le due opere sul ballo che hai messo sono fantastiche...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono bellissime, quasi a grandezza naturale.
      Grazie ^^

      Elimina
  3. Che bellezza!! Magari poterci essere.
    I musei sono una delle cose che più mi mancano, da quando abito in questa parte di mondo.
    Grazie per averla raccontata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove stai tu non ci sono musei? Davvero?

      Elimina
  4. Che bello Renoir! Però avendolo visto a Parigi relativamente di recente, non credo verrò apposta a Torino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata a Parigi ormai una decina d'anni fa, quindi ho visto volentieri questa mostra. Naturalmente è una minuscola parte di ciò che offre l'Orsay, ma per chi non ci è mai stato è una bella esperienza.
      (Comunque, se mai ti capitasse di venire a Torino fai un fischio eh?)

      Elimina
  5. Grazie! Questo mi ricorda che è da tempo immemorabile che non vengo a Torino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi Silvia anche tu, mi raccomando, se capiti a Torino fai un fischio! Ci andiamo a prendere un bicerin insieme ^^

      Elimina
  6. mi piacerebbe tantissimo vederla :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vai sul sito della mostra puoi fare un tour virtuale. Non è come vederla di persona, ma merita :)

      Elimina
  7. Gli impressionisti sono tra i miei preferiti <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli impressionisti o li ami o li odi. Io li amo :)

      Elimina
  8. concordo in pieno naturalmente!

    RispondiElimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...