Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

giovedì 13 febbraio 2014Aggiornato il:

Come organizzare un viaggio in Cina

In base alle richieste che mi stanno arrivando via mail ho pensato di scrivere qualche consiglio per chi vuole organizzare un viaggio in Cina e non sa da dove incominciare.

Prima di tutto è bene sapere quali posti si vogliono visitare, seguendo i propri gusti e la propria idea di viaggio.
Vi piacciono le città? Preferite immergervi nella natura? Avete bisogno di un po' di mare?
(Nulla vieta di inserire un po' di tutte e tre le necessità nello stesso itinerario, specialmente se avete parecchi giorni a disposizione, ma è bene stabilire delle priorità.)

Prima di pensare ad un itinerario è bene tener sempre presente che la Cina è enorme, potrebbero essere necessari lunghi spostamenti e in alcuni casi sarebbe bene prendere in considerazione l'idea di fare un volo interno.

Avete un'idea abbastanza chiara del vostro viaggio? Allora procediamo per gradi.




1- BISOGNA CERCARE IL VOLO.

Spesso è un lavoro snervante, ma monitorare i siti per riuscire a scovare la tariffa migliore è una fatica necessaria. Per come la penso io, più soldi risparmio per il volo, più soldi avrò a disposizione per il viaggio.
Potete decidere se arrivare e partire nello stesso aeroporto (la soluzione che in genere costa meno, ma obbliga a tornare al punto di partenza) oppure se arrivare per esempio a Pechino e ripartire da Guangzhou (sfruttandolo per progettare un itinerario che copra la distanza tra le due città).

Se non avete particolari preferenze sulle compagnie aeree uno dei siti più utili per trovare i prezzi migliori è lastminute.com. Ultimamente per l'estremo oriente le tariffe migliori sono proposte da Turkish Airlines (bisogna però prenotare con un bel po' di anticipo). Occhio però alla durata complessiva del volo: in alcuni casi la tariffa è molto bassa ma prevede un'attesa a Istanbul di diverse ore.

edreams



2- OCCORRE PREPARARSI BENE

In genere chi viaggia in completo fai da te non sopporta le tabelline di marcia e le costrizioni. Però.
Secondo la mia esperienza posso affermare che più un viaggio (in Cina) è organizzato bene in termini di spostamenti, localizzazione hotel, preparazione ottimale dell'itinerario, più sarà rilassante la vacanza quando sarete là.

Questo perché eviterete di impazzire nel cercare il vostro hotel, di non sapere cosa fare quando vi diranno che sul treno che dovete prendere non c'è posto per almeno le prossime due settimane, o quando vi piacerebbe visitare un parco ma non saprete come arrivarci.
(E in questi casi la lingua, a meno che voi non parliate mandarino o cantonese, non vi sarà d'aiuto).

Ecco come procedere.

- Stilate una lista dei luoghi che volete visitare. 
Per esempio andate a Guilin? Vorrete vedere le terrazze di riso, fare una crociera sul fiume, visitare Yangshuo e visitare un parco. E' possibile andarci da soli? L'ostello in cui avete prenotato organizza gite?


- Decidete per ogni tappa quanti giorni volete stare.
Facciamo l'esempio di Zhangjiajie. Il pass per i parchi dura 3 giorni, dunque il conto è semplice.
Per quanto riguarda le grandi città invece è soggettivo e dipende sempre da quante cose volete visitare. In generale a Pechino, Shanghai e Guangzhou occorrono almeno 4 o 5 giorni.


- Calcolate le distanze, e come volete coprirle.

Il treno notturno è una buona soluzione, non ruba tempo ai giorni di visita e fa risparmiare una notte in albergo, ma ha alcuni aspetti da non sottovalutare. Per quanti treni ci siano i cinesi saranno sempre troppi, e può capitare di non trovare posto (se avete letto i miei diari di viaggio sapete di cosa sto parlando). Mi sono sentita dire "solo posti in piedi" in più di una occasione, e non è stato certo bello (anche se poi ci ho fatto l'abitudine). Prima di partire è bene mettere in conto che potrebbe succedere.
Per controllare le distanze e i tempi di percorrenza: www.travelchinaguide.com

Gli autobus sono un'ottima soluzione, sono comodi e più veloci. E' un po' più difficile individuare una stazione di pullman rispetto ai treni, ma in questo caso basta farsi aiutare dal personale dell'albergo.
Guardate questo sito: www.chinabusguide.com

I voli interni sono necessari quando le distanze sono esagerate. Hanno un grande vantaggio: si possono acquistare in anticipo sfruttando tariffe molto convenienti.
english.ctrip.com

- Cercate le sistemazioni per il pernottamento.

In Cina gli ostelli sono un'ottima soluzione. In genere il personale è giovane, disponibile e parla inglese. In ostello si trovano cartine, informazioni, spesso vengono organizzate delle gite e in alcuni casi c'è il servizio di biglietteria ferroviaria (in sostanza vanno in stazione a fare i biglietti al posto vostro). L'ambiente è sempre molto informale, ci sono sale comuni, e spesso c'è la possibilità di cucinarsi qualcosa.

Gli alberghi a conduzione famigliare sono sempre molto accoglienti, ancora meglio se il personale parla inglese. Non hanno quasi mai un bell'aspetto all'esterno, ma non bisogna fermarsi alle apparenze. Le esperienze più belle le devo ai proprietari di questi alberghi che si sono fatti in quattro per aiutarci.

Gli alberghi di fascia medio-alta non sempre hanno personale alla reception che parla inglese. Sembra un controsenso ma in Cina molte cose sono l'inverso di ciò che per noi è normale. In genere le camere sono molto carine ma il rapporto umano è nullo e la reception vi servirà solo per il check-in e check-out.

Non ho mai provato gli hotel di lusso, ma per i prezzi che ci sono in Cina potreste togliervi lo sfizio senza svenarvi.

La cosa più importante, a prescindere dalla tipologia di hotel, è la posizione. Vicino ad una stazione della metropolitana se siete in una grande città, vicino alla stazione ferroviaria o degli autobus in una località più piccola. Dovete riuscire a spostarvi facilmente e avere punti di riferimento.

Una volta scelto le sistemazioni disegnate una mappa  per arrivare all'albergo. Se l'hotel ha un sito internet in genere ha una pagina in cui spiega come raggiungerlo (e magari una mappa con descrizioni). Se avete qualche richiesta particolare mandate una mail, sono sempre molto gradite e stabiliscono subito una sorta di contatto che vi sarà utile in caso di bisogno.
Stampate la prenotazione in cinese (su booking è possibile), vi sarà utile in caso vi perdiate.

Per quanto si senta spesso che alcune recensioni siano poco sincere io controllo sempre TripAdvisor.
Molto spesso ci sono informazioni preziose e in caso di dubbio potete anche contattare la persona che ha scritto il commento per chiedere qualche cosa in più.
Personalmente quando controllo una recensione lascio perdere sia quelle troppo entusiaste che quelle eccessivamente negative, e quando rientro lascio sempre il mio contributo.

Link



3- E' PREFERIBILE VIAGGIARE LEGGERI

In un mese ho cambiato hotel 9 volte. Ciò significa che ho disfatto e risistemato le cose in valigia ben 18 volte (anche se qualche volta ho semplicemente lasciato la valigia aperta e pescato all'interno senza tirare fuori tutto). Ogni tappa in più che aggiungete al vostro itinerario comporta il fare / rifare i bagagli, perciò più si viaggia leggeri meglio è.

Se viaggiate in estate tenete presente che suderete così tanto da dovervi cambiare 2/3 volte al giorno, dunque il calcolo 'tot magliette x tot giorni' non vale. Negli ostelli e nei piccoli alberghi in genere ci si può fare la lavatrice, ma in caso di bisogno ci si può lavare a mano le cose nel lavandino del bagno.
Ecco perché in valigia non deve mai mancare un sapone di marsiglia, un filo per stendere e alcune mollette.

Ognuno poi si regola secondo il proprio gusto, io viaggio con un trolley (misure da bagaglio a mano) e uno zaino (tipo quelli da scuola). Sono sui 12/13 kg in totale, che aumentano al ritorno (dopo il carico di souvenir). Nel tempo ho imparato a lasciare a casa le scarpe col tacco (dopo una giornata di scarpinate e chilometri macinati è l'ultima cosa che voglio mettere), a studiarmi gli abbinamenti per sfruttare al massimo i capi che mi porto, e che una bella cintura trasforma una maglietta da giorno in un abitino da sera.

Questo link per approfondire.



4- PRESTARE ATTENZIONE AI DOCUMENTI

Controllate di avere il passaporto valido. Sembra una stupidaggine ma all'aeroporto ho visto gente in lacrime mentre doveva rinunciare a partire.

Per la Cina è necessario il visto, che va richiesto 1 o 2 mesi prima della partenza e va utilizzato entro 3 mesi. Gli uffici preposti al rilascio del visto sono a Milano, a Roma e al Consolato cinese di Firenze. Oppure potete fare richiesta nelle agenzie della vostra città che si occupano di visti cinesi.

Per tutte le info guardate qui: www.visaforchina.org/MIL_EN/









Siete in partenza? Avete domande o volete dire la vostra? Lasciatemi un commento oppure scrivetemi in privato utilizzando il modulo nella colonna a destra o la pagina Facebook.
Grazie!

29 commenti:

  1. Sei bravissima! Io non saprei neppure prenotare un volo per tornare in Italia, figurati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non saprei distinguere un vaso di coccio da uno di vetro perciò... :)

      Elimina
  2. Mi sono divertito a leggere questo post, accuratissimo, anche se la Cina è proprio l'ultimo dei miei pensieri^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima guida sarà sul Giappone, ti piacerà di più!

      Elimina
  3. Utilissimo! Mi piacerebbe tanto andare in Cina, anche se l'idea di organizzarmi il viaggio da sola mi spaventa un po'. Per fortuna ci sei tu (e per sfortuna al momento non posso proprio permettermelo quindi ho tempo di pensarci XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un po' più complesso organizzare un viaggio in Cina rispetto ad altri paesi, ma non impossibile. La soddisfazione di vedere posti stupendi ripaga lo sforzo!

      Elimina
  4. Sei grande! Per ora non ho progetti sulla Cina, ma è una delle mete che vorrò visitare nella vita, e questa guida è fantastica.
    E poi devo proprio dirti che riuscire a viaggiare con 13 chili per un mese in Cina è una cosa per cui ti ammiro tantissimo, a me capita sempre di portare tanta roba che non finisco per non usare. Dovrei imparare anche io a limare sulle quantità di vestiti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai ho una valigia piuttosto standard, e ho imparato a rinunciare alle cose superflue. È molto più comodo viaggiare leggeri, anche se a volte vorrei essere un po' elegante e mi devo arrangiare!

      Elimina
  5. ciao. vorrei un tuo consiglio su quale frasario mi conviene comprare per orientarmi nel mio prossimo viaggio in Cina. Conosco poco il cinese e ho paura che non mi basti per orientarmi nelle varie scritte (stazione, aeroporto, taxi, monumenti...). quello della lonely non ha il pinyin e temo mi confonda nella pronuncia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti consiglio il dizionario visuale (lo trovi qui: http://www.amazon.it/Dizionario-visuale-bilingue-Cinese-italiano/dp/8841875054). Mi è stato utilissimo in diverse occasioni.

      Elimina
  6. Ciao :-)
    grazie per i tuoi utilissimi consigli, mi saranno senz'altro utili.

    A fine maggio andrò in Cina per lavoro per due settimane, fra uno spostamento lavorativo e l'altro, vorrei ritagliarmi 3/4 giorni per visitare Guilin, Longsheng e Yangshou nel Guangxi. Prenderò un volo interno da Shanghai per Guilin e finito il tour da Guilin per Xiamen.

    Anzitutto mi piacerebbe sapere, qualora tu ci sia già stata, consigli su alloggi e spostamenti in Guilin & Co.; inoltre, viaggiando da sola, mi sarebbe utile sapere se trovi che sa pericoloso per una giovane donna andare in quelle zone in solitaria.

    In merito a questo sono indecisa sul da farsi riguardo all'organizzazione del viaggio, è meglio affidarsi a tour organizzati per visitare le tre destinazioni o è sicuro fare tutto da me?

    Grazie per l'Attenzione :-)
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      L'aeroporto di Guilin è distante dalla città, dovrai quindi prendere un taxi o un autobus. Magari dopo aver scelto l'ostello (o hotel se preferisci) prova a contattarli via mail per sapere se hanno un servizio privato per l'aeroporto. Gli ostelli in genere sono migliori perché ci lavorano ragazzi che parlano inglese e spesso vanno a prendere i clienti in stazione/aeroporto.

      In 4 giorni riuscirai a vedere guilin, Longsheng e Yangshou, che sono poi i luoghi che ho visitato io. Ho tenuto Guilin come "base" e ho dormito al Green Forest Hostel, un ostello comodissimo per la posizione: a due passi dalla stazione degli autobus.

      A Longsheng sono andata col pulmino organizzato dall'ostello (eravamo in quattro), a Yangshuo in autobus per i fatti miei. Guilin si visita tranquillamente a piedi (o con gli autobus cittadini).

      Per tutte le informazioni ti segnalo i link al mio diario di viaggio, al fondo di ogni post trovi tutte le informazioni utili:
      1- Guilin
      2- Longji rice terrace
      3- Guilin
      4- Yangshuo

      Non credo che avrai problemi a viaggiare da sola, come ho detto prima in ostello sono molto disponibili e ti aiuteranno in tutti i modi (se scegli l'ostello in cui sono stata io ti troverai benissimo). Magari ti puoi appoggiare a un tour sul posto per andare a Yangshuo facendo la classica crociera, o puoi partecipare alle escursioni organizzate dall'ostello.

      Spero di esserti stata d'aiuto, nel caso avessi altre domande chiedi pure!

      Elimina
  7. Ciao,
    sto organizzando un viaggio in cina per il mese di agosto e ti vorrei chiedere se sai se l'itinerario che indichi nel modulo di richiesta del visto è vincolante. Vorrei già muovermi per il visto, ma non avendo ancora le idee chiare sull'itinerario, pensavo di di buttarne giù uno a grandi linee e poi definirlo con calma, ma non vorrei poi avere problemi.
    grazie e ciao
    Manuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'itinerario che indichi non è vincolante. La prima volta sono andata a fare il visto a Milano e avevo scritto tutto, hotel, spostamenti, voli interni. La seconda volta non potendo andare a Milano sono andata in un'agenzia cinese e siccome se ne occupava il proprietario è bastato giusto indicare la città di arrivo!
      Se parti ad agosto ti conviene comunque fare il visto entro fine giugno.
      Sono curiosa, che itinerario hai in mente?

      Elimina
    2. Grazie, mi hai tolto un peso, mi vedevo già inseguita dalla polizia cinese! Il punto fermo e' andata e ritorno su Hong Kong. Poi ispirandomi un po' al tuo itinerario dell'anno scorso, pensavo di raggiungere Zhangjiajie e poi ridiscendere passando per Fenghuang, Guilin e qualcos'altro in mezzo per tornare ad Hong Kong senz fare tragitti troppo lunghi. Il tutto in 24 giorni, ma prendendosela abbastanza comoda, ormai abbiamo una certa età. Ti sembra un itinerario sensato?

      Elimina
    3. Se da Hong Kong (bellissima!) vuoi andare subito a Zangjiajie ti conviene volare. Prenotando con un po' di anticipo non costa molto. 24 giorni sono tanti, riuscirai a fare un gran bel viaggio.
      Se hai bisogno di info più specifiche o vuoi una mano scrivimi in privato tramite il modulo di contatto nella colonna qui di fianco.
      Buon viaggio!

      Elimina
  8. ciao a tutti avrei bisogno di un'informazione! Mi piacerebbe l'anno prox organizzare con la mia fidanzata un viaggio fai da te in cina! Volevo sapere se è davvero cosi complicato per via della lingua o se in qualche modo ci si riesce a capire e se per esempio nelle stazioni o in città ci sono cmq cartelli con il nostro alfabeto.
    Inoltre per una vacanza di circa 3 settimane avete qualche consiglio sui posti più belli da vedere? grazie mille!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nelle stazioni in genere le scritte sono in cinese e in lettere romane. Nei posti meno famosi o turistici è un pelino più complicato ma con un po ' di organizzazione è tutto fattibile.
      Ti consiglio di dare un'occhiata ai miei diari di viaggio per farti un'idea di cosa potrebbe piacerti. Li trovi qui:http://gattosandro-viaggiatore.blogspot.it/p/cina-del-sud-e-isole.html?m=1 e qui :http://gattosandro-viaggiatore.blogspot.it/p/cina-e-hong-kong.html?m=1
      Se hai domande specifiche chiedi pure.

      Elimina
    2. grazie mille!! andrò subito a vedere!! Grazie!!!

      Elimina
    3. per caso tu hai mai sentito parlare dell'isola di hainan? Se si la consiglieresti come tappa finale della vacanza?

      Elimina
    4. Hainan è proprio nel link che ti ho postato nel commento sopra. Se vuoi clicca qui, trovi un post su Sanya (Hainan) che è perfetta per un finale di vacanza.

      Elimina
    5. un ultima domanda scusa il disturbo... cosa consiglieresti tu come aereoporto di arrivo? pechino o shangai?

      Elimina
    6. Dipende da che itinerario hai scelto. Se vuoi visitare entrambe le città e poi spostarti a sud ti conviene arrivare a Pechino.

      Elimina
  9. Ciao,ho sentito dire che in cina e' complicato l'utilizzo di internet,ricerche di Google oscurate e ora anche quelle di Yahoo.dato che solitamente decido di giorno in giorno dove spostarmi,con l'ausilio proprio di internet,volevo sapere quanto queste informazioni siano vere.grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Alcuni siti sono oscurati, è vero. Maps andava, ma era lentissimo a caricare, così usavo baidu ma è in cinese. Per prenotare gli alberghi al volo ho usato agoda (in inglese ).
      In che periodo vuoi andare? Per esperienza ti avverto che in Cina decidere le tappe giorno per giorno può essere snervante, perché non è semplice trovare posto sui treni e le distanze sono enormi (a meno che tu non voglia volare, ma in questo caso prenotare all'ultimo ti farà spendere parecchi soldi ).

      Elimina
  10. Ti ringrazio per le informazioni,siamo fotografi e siamo abituati a spendere un po' di più rispetto al normale proprio per gli spostamenti dell'ultimo minuto.sicuramente avendo tre tappe fisse distanti tra loro,Guilin ed i suoi dintorni Shanghai e Pechino con la muraglia,fisseremo i voli aerei in anticipo ma ci sposteremo nelle tre destinazioni un po' in base alle nostre necessita' lavorative.Il problema principale è l'ausilio di internet per varie ricerche a noi necessarie giornalmente.Partiremo a breve, tra febbraio e marzo per il visto provvederemo con l'express oppure con l'immediato emesso ad Hong Kong, che già conosciamo.Come avrai capito il problema principale rimane l'utilizzo di internet anche per check in.Di solito acquisto i biglietti aerei direttamente dalle compagnie ma non avendo mai viaggiato in Cina non vorrei che si rendesse necessario rivolgersi ad agenzie locali. grazie per la tua chiarezza e disponibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel lavoro!
      Per acquistare i biglietti dei voli all'ultimo momento non ho mai avuto problemi (ho usato expedia e ctrip).
      Avete un sito o un blog dove poter seguire i vostri viaggi?

      Elimina
    2. Per completezza, ti metto il link al sito Sapore di Cina che spiega come utilizzare la VPN in Cina (il metodo per usare i siti bloccati). Ce ne sono di gratuiti e a pagamento, forse è la soluzione migliore per voi, anche per stare più tranquilli.
      Eccolo: http://www.saporedicina.com/vpn-come-usare-facebook-in-cina/

      Elimina
  11. Booking Buddy is the #1 travel search engine, which you can use to compare travel deals from the large travel booking websites.

    RispondiElimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...