Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

giovedì 31 luglio 2014Aggiornato il:

Pronti, partenza, Corea.

Cosa metto in valigia?
Ma soprattutto, come farò a infilare tutto?
Finalmente è ora di partire per il mio viaggio in Corea del Sud. Inutile dire che sono molto emozionata, i giorni che precedono la partenza sono sempre un misto di ansia, entusiasmo, voglia di andare e paura.

Come sempre mi sono preparata un po' di liste, prima di tutto quella di cosa mettere in valigia (che sarà come sempre un piccolo trolley più lo zaino). Il meteo dice che potrebbe piovere ma a Seoul ci aspettano 29° con un alto tasso di umidità, e avendo già una certa esperienza col clima asiatico so che farà parecchio caldo. Il mio abbigliamento sarà perciò estivo (e prenderà poco spazio).

Sull'aereo fa sempre abbastanza freddo, quindi ho previsto un abbigliamento a strati con un vestito lungo che è comodo per infilarmi le calze senza fatica. Soffro di circolazione e i voli lunghi mi fanno diventare le caviglie e i piedi gonfi come zampogne, ma da quando uso le calze contenitive non succede più.

Poche scarpe (basse) e cose pratiche e che non hanno bisogno d'essere stirate.





L'abbigliamento per la partenza
(non sono una fashion blogger e si vede)
e il trasferimento di GattoSandro.
GattoSandro va in villeggiatura dallo zio come l'anno scorso, sperando che si ricordi della brutta avventura e non ripeta nessuna fuga di mezzanotte.

Ora che sta diventando vecchietto (se mi sente che lo chiamo così si arrabbia) mi dispiace tanto lasciarlo. Nonostante lo stress da cambiamento spero che si divertirà anche lui.

A casa lascio un balcone eccezionalmente fiorito. Il mandarino cinese si è riempito di fiorellini bianchi profumatissimi, che stanno già perdendo qualche petalo lasciando intravedere i nuovi frutti che stanno nascendo.

Il bonsai gigante sta mettendo su troppe foglie, forse dovrei potarlo (se sapessi come si fa). Anche gli altri bonsai sono belli capelloni, significa che stanno bene.

Il nuovo arrivato, il pesco nano, cresce come i suoi frutti. Per essere arrivato solo a maggio direi che si è ambientato molto bene.

E poi sono orgogliosa della pianta di peperoncino che è cresciuta tantissimo e mi ha fatto ben due jalapeño. Nell'angolo "dell'orto", oltre al classico basilico e rosmarino ho anche una fragolina di bosco di cui fino ad ora ho mangiato ben 7 fragoline (un ottimo raccolto direi).

Spero che in mia assenza non si verifichino situazioni climatiche estreme, tipo siccità o tempeste tropicali (ultimamente Torino fa strani scherzi) e che mia mamma tratti le piante con cura. (Ora che ci penso devo nascondere le forbici, che a volte fa scherzi pure lei).

Dopo la primavera, ecco l'estate sul balcone


Ma torniamo al viaggio.

Dell'itinerario avevo già parlato qui, mentre qui avevo buttato giù una lista dei desideri sulla Corea.

Come sempre, potrebbe andare tutto come previsto o una volta là potrebbe cambiare tutto (speriamo di no). Diciamo che il tabellino di marcia prevede come prima tappa Seoul, dove alloggeremo in una Guest House e dove avremo abbastanza giorni per girare per bene la città.

Avendo optato per sistemazioni economiche le stanze saranno sicuramente piccoline, pochi metri quadri e un letto singolo da condividere. Credo che sarà come in Giappone, che era già tanto se trovavamo un angolo per infilare la valigia (armadio, questo sconosciuto).


Ho scaricato diverse app per il tablet, le migliori sono Visit Korea 3.0 (ufficiale KTO) e Seoul City Guide (di TripAdvisor).

La speranza è di riuscire a comunicare in inglese, ma per sicurezza ho scaricato anche Speak korean e Imparare il coreano. E poi ovviamente ho Google traduttore, con cui posso fotografare una scritta in coreano e tradurla grazie al riconoscimento caratteri.


La seconda tappa è Gyeongju, (nella casa dei fricchettoni, vi ricordate?) dove ci immergeremo nella storia della Corea e nei parchi naturali.

Ci sono un sacco di località nei dintorni che si possono raggiungere e visitare in giornata, confido nel fatto che i proprietari della guest house ci daranno dei buoni consigli (e magari ci aiuteranno con gli autobus, giusto per non perderci).


La terza tappa è Busan, dove voglio godermi - tempo permettendo - il mare e la splendida costa sud della Corea.

In oriente il mare è vissuto in una maniera strana. L'ho sperimentato sia in Giappone che in Cina: per loro il sole è cosa brutta, in spiaggia si va il più coperti possibile e nuotare nel mare è un'abitudine bizzarra.
Dato che non voglio essere la solita mosca bianca quest'anno mi sono comprata un bel costume intero, che non mi risolve il problema dei tatuaggi ma è già un passo avanti nell'integrazione asiatica.


Quarta tappa: Jeonju. Esaudirò il desiderio di dormire in una casa tradizionale nel cuore del Jeonju Hanok Village.

Non vedo l'ora di dormire nei futon (non so come si chiamano in coreano) e poi svegliarmi la mattina, spalancare la porta scorrevole e fare colazione guardando il cortile.


Torneremo infine a Seoul, dove avremo ancora giorni a disposizione per visitare il nord e la costa ovest della Corea. Confido nel fatto che una volta lì potremo andare alla scoperta di luoghi meno conosciuti e al di fuori dei circuiti turistici.


Viaggeremo in treno e autobus, al momento non ho ancora deciso quale mezzo di trasporto preferire. Gli autobus sono meno cari e i treni non raggiungono tutte le destinazioni che desidero visitare, inoltre non ho idea di quanto bisogni acquistare i biglietti in anticipo, perciò sarà una bella avventura.

Itinerario illustrato


Questo è tutto. Finalmente è arrivato il momento di partire, sono felicissima. Non so se riuscirò a scrivere qualcosa "in diretta", perciò arrivederci a settembre.



Approfitto di questo post per ringraziare tutti quanti. Un anno fa in questo periodo davo i numeri, e in soli 12 mesi questo blog è cresciuto tantissimo (insieme ai rapporti d'amicizia che si sono creati).

E niente, volevo solo dirvi
GRAZIE.

Grazie a tutti di cuore, davvero. Buona estate.




AH! Un'ultima cosa, poi vado (giuro!).
Ci ho messo "solo un anno", ma grazie a qualche giornata di troppo di pioggia in questo strano luglio ce l'ho fatta. Sono riuscita a montare i video del mio viaggio in Cina.
Un condensato di un mese in tre video da due minuti circa ciascuno, che mi hanno messo una nostalgia pazzesca. Il risultato è piuttosto amatoriale, ma sono comunque abbastanza soddisfatta.
Se li volete vedere eccoli qua:







(Come sempre qualsiasi consiglio, critica e parere è molto gradito)

16 commenti:

  1. buon viaggio e buon divertimento!

    RispondiElimina
  2. Ma buon viaggio allora! Attendo come sempre i tuoi resoconti di viaggio... intanto divertiti, io appena posso mi vedo i video della Cina... a presto!

    RispondiElimina
  3. Ah quanti disegnini! :-D Buon viaggio! che bello non vedo l'ora di leggere il resoconto. I video della Cina sono proprio belli, brava! ;-)

    RispondiElimina
  4. Grazie per quello che ci hai lasciato per sentire meno la tua mancanza..
    Il tuo viaggio, le tue piante, il tuo itinerario, il tuo guardaroba, etc etc..ci faranno sentire meno sole durante la tua assenza..
    Sarà una vacanza meravigliosa..ti sono vicina e ti stringo fortissimo!

    RispondiElimina
  5. buon viaggio e mi raccomando divertiti e poi racconta!

    RispondiElimina
  6. Buon viaggio e buon divertimento!
    Un abbraccio :*

    RispondiElimina
  7. Ed io che credevo di fare delle ottime liste di viaggio!! Sei organizzatissima come sempre.
    Io ad esempio, non porto mai il pigiama (in realtà non li ho proprio!!) mi sembra spazio sprecato ;) Belle le piante e i video della Cina.
    Buon viaggio cara. Divertiti!!

    RispondiElimina
  8. Buon viaggio! Non vedo l'ora di leggere il resoconto :D
    E speriamo che Sandro non si offenda troppo per la vacanza (il mio Lancillotto tornava sempre offesissimo) :D

    RispondiElimina
  9. Ciccola, buon buon buon buon buon viaggio!! Divertiti un sacco e... anche buon divertimento anche a Sandro :)

    Moz-

    RispondiElimina
  10. Dai che bello che vai in vacanza! Anche a me piacerebbe andare in Corea, quindi attendo poi il tuo ritorno con relativi post :)
    Altra cosa: ma tu hai un super pollice verde! Hai una piccola foresta, complimenti!! E in bocca al lupo per Gatto Sandro..ma son sicura che si saprà adattare ai cambiamenti :)

    RispondiElimina
  11. Buon viaggio ... i viaggi in estate per le valigie sono i più facili (molto spazio e peso in meno, è la cosa che ho imparato dei miei due ultimi e primi viaggi in aereo...). Quanto al gatto, il mio ha altre persone oltre me in casa (pure il mio vecchietto...meglio non dirlo).

    RispondiElimina
  12. Che meraviglia il tuo balcone, è diventato davvero splendido.
    Buon viaggio, ti auguro che la Corea sia un'altra esperienza meravigliosa, e sono curiosissima di leggere il resoconto al tuo ritorno.

    RispondiElimina
  13. Che bello non vedo l'ora di leggere il diario di viaggio!!! E che belli i tuoi disegniiii!

    RispondiElimina
  14. Arrivo tardissimo per augurarti buon viaggio, ti sto già seguendo su instagram e non vedo l'ora di sentire i tuoi racconti.
    Mi fa piacere scoprire che non sono l'unica pazza (detto con affetto, eh!) che si fa le liste dei vestiti da mettere in valigia disegnate :D
    Invidiona per le piantine, io sono proprio negata (ma continuo a provarci).

    RispondiElimina
  15. Ringrazio tantissimo tutti per i commenti!

    @Guchi: grazie!
    @ Strawberry: i resoconti arriveranno appena mi riprendo dal jet lag :)
    @Clyo: i video per la Cina mi sono costati parecchio lavoro, sono contenta che ti piacciano.
    @Nella: ti ringrazio, sei sempre molto dolce.
    @Enrico: mi sono divertita così tanto che ora che sono appena tornata ho già la malinconia.
    @Gigia: e tu? Dove sei andata di bello?
    @Eva: anche con tutte le liste del mondo riesco sempre a sbagliare qualcosa (questo viaggio in particolare) ma per fortuna ho la valigia della mia dolce metà a cui attingere -ovvero rubare-
    @Acalia: Sandro ha soffiato un po' (odia il trasportino e l'auto) ma poi è stato tutto fusa e coccole ^_^
    @Moz: credo che Sandro abbia fatto bisboccia in vacanza. Ha preso le cattive abitudini tipiche di quando vai in vacanza da parenti che ti viziano troppo.
    @Dany: grazie! Non ho ancora visto i blog (ho un arretrato pazzesco) e sono curiosa di leggere i tuoi post.
    @scarabocchio: mi sa che le mie piante ormai vivano bene anche senza di me. Sono tornata e ho trovato una foresta sul balcone!
    @Alligatore: ogni volta trovare una sistemazione per Sandro è un'impresa, perché non lo voglio lasciare da solo. A maggior ragione adesso che è vecchietto (lo chiamo "il vecchio trombone" perché spesso borbotta).
    @Elena: nei confronti della Corea sono passata in brevissimo tempo da "molto curiosa" a "interdetta" a "stupefatta" per finire col "super WOW". E' davvero sorprendente, mi ha conquistata giorno dopo giorno.
    @alienanto: devo confessarti che ho ancora una gran voglia di tornare in Cina, ma la Corea è spettacolare. Tu che non sei troppo distante dovresti pensare ad una gita da quelle parti.
    @Piperita Patty: ecco, tu che sei sempre alla ricerca di abiti da personalizzare e oggetti carini diventeresti matta in Corea!

    RispondiElimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente la moderazione ai commenti dei post più vecchi per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...