Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

venerdì 30 maggio 2014Aggiornato il:

Diario di viaggio ad Amsterdam - terza parte

Diario di viaggio ad Amsterdam - terza parte


Stamattina decidiamo di andare a Utrecht. Man mano che ci avviciniamo alla città il tempo peggiora, sembra che stiamo andando incontro a nubi sempre più nere.

Peccato davvero per il tempo, perché Utrecht è deliziosa. Fortunatamente non piove, ma il vento freddo da un po' fastidio. Sembra di stare in una cartolina vivente, è tutto così bello, pulito, in ordine.
Il paesaggio della città è sormontato dalla torre del Duomo e circondato dai canali e dai ponticelli.
In alcuni canali ci sono delle scale che scendono all'altezza dell'acqua, dove si può passeggiare e dove ci sono studi di pittori, atelier, taverne. Molti di questi locali sono collegati al negozio di sopra che dà sulla strada.


Case bellissime che si affacciano sui canali.
Utrecht

martedì 27 maggio 2014Aggiornato il:

Diario di viaggio ad Amsterdam - seconda parte

Oggi per me non è un giorno qualsiasi, dato che è il mio compleanno.

Un compleanno speciale che sto festeggiando in un posto speciale.




Diario di viaggio ad Amsterdam - seconda parte

Come al solito quando sono in vacanza mi sveglio prestissimo. Il cielo è azzurro, poi diventa nuvolo, poi di nuovo azzurro. Quando usciamo a fare colazione piove, ma sarà l'unica volta in cui dovrò usare l'ombrello (per fortuna).

Dopo una buonissima colazione con bagels e cappuccino ci mettiamo in marcia.

Amsterdam è una città da visitare senza una meta precisa, senza seguire un percorso in particolare.
Ogni angolo è una meraviglia.
Le case colorate, tutte storte, una più bella dell'altra. Appartamenti senza tende, finestre all'altezza dei marciapiedi, arredamenti che sembrano appena uscita da una rivista di settore. E poi i canali, le barche, i ponti.
E' tutto così bello che non posso che dire se non siete mai stati ad Amsterdam ANDATECI. Davvero.


Una città sull'acqua.
Amsterdam


mercoledì 21 maggio 2014Aggiornato il:

Diario di viaggio ad Amsterdam - prima parte


Non so com'è che ho aspettato così tanto tempo per andare ad Amsterdam. 
Non so quanto riuscirò a stare senza tornarci. 
Amsterdam per me è stata Amore a prima vista.


Amsterdam - Diario di viaggio (prima parte)

Ieri sera ho festeggiato alla grande il mio pre-pre-compleanno. Ho riso, mangiato, bevuto e ballato fino a tardi. Ho le vesciche ai piedi e una faccia che fa schifo ma tra poco si parte e io non sto nella pelle.

Voliamo per la prima volta con Transavia, ottima compagnia (nonostante le critiche che avevo letto nei forum). Al check-in ci chiedono di imbarcare il bagaglio gratuitamente siccome il volo è molto pieno. Al momento dell'imbarco il solito furbo si accorge di aver lasciato qualcosa di importante in valigia (penso medicine) e inizia a litigare con la hostess perché pretende di avere il bagaglio.
Non so bene com'è andata a finire ma per fortuna la cosa non ritarda le procedure e decolliamo in orario.

A Torino oggi c'è un vento che pare la bora, e il volo è una tragedia (per me). Mi faccio coraggio ascoltando le risate di due bambini seduti vicino a noi, ma mentre loro si divertono io me la sto facendo sotto.
Che paura.

Amsterdam ci accoglie con una temperatura invernale, cielo nero e pioggia.