Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

mercoledì 14 ottobre 2015Aggiornato il:

Estate italiana 12° parte: a casa di Valentino



Estate italiana - 12° parte
Pesaro, Gradara e Tavullia



Pesaro mi fa subito un'ottima impressione. Arriviamo in mattinata, il viaggio da Numana è abbastanza breve ma c'era un po' di traffico sulla statale che costeggia il mare. Il nostro albergo è vicino alla spiaggia, a pochi minuti dal centro.

L'esplorazione della città parte da corso XI settembre, dove facciamo una piccola sosta in una tramezzineria molto carina. Lì di fianco facciamo due chiacchiere con la panettiera del Panificio Falcioni. Siamo entrati per chiedere cos'è la crescia di Pasqua e il pan nociato, e la panettiera inizialmente pensava che la prendessimo in giro, ma quando ha capito che eravamo "ignoranti forestieri" ci ha illustrato tutti i prodotti del forno, con una simpatia unica, riscontrata in tutti i negozianti della città.


Il TRAMezzino
Il TRAMezzino (tramezzineria)



Corso XI Settembre arriva in Piazza del Popolo, dove si trova il Palazzo Ducale e una grande fontana. Attraversando la piazza girando a destra e proseguendo verso il Teatro Rossini c'è una bella via pedonale piena di negozi e l'ingresso al Mercato delle Erbe, che si trova nel cortile dell'ex convento di San Michele. Qui conosciamo Sandro (questo nome mi ricorda qualcuno), un macellaio cordiale ed estroverso, che ci intrattiene con informazioni turistiche sulla città e sui suoi prodotti. Si dice che sia il miglior macellaio di Pesaro, questo non lo so, di sicuro è il più simpatico e mi concede anche una foto per il blog ("Una foto...? A me?").

Pesaro
La via pedonale (via Branca) alle spalle di Piazza del Popolo

Mercato delle erbe
Mercato delle erbe

Mercato delle erbe
Sandro il macellaio. "Posso farle una foto per il mio blog?" "Una foto? A me?"

Torniamo indietro e proseguiamo verso il mare, in via Rossini, che poi diventa Viale della Repubblica. Qui, sul lungomare, si trovano il villino Ruggeri in stile liberty (date un'occhiata qui) e la Sfera Grande di Arnaldo Pomodoro, che tutti chiamano "la palla".

Via Gioacchino Rossini Pesaro
Via Rossini, verso il lungomare di Pesaro

La Sfera Grande
La Sfera Grande di Arnaldo Pomodoro, detta "La Palla"
Pesaro
Oggi il mare è un po' agitato

Nel pomeriggio andiamo alla Rocca di Gradara, che dista una quindicina di chilometri da Pesaro.
Il maestoso castello è circondato da un delizioso borgo medievale e da una imponente cinta muraria. Appena dentro si ha l'impressione di trovarsi in un luogo magico, direi quasi fatato. Prima di arrivare al castello mi faccio prendere dalla curiosità di visitare le piccole botteghe che vendono prodotti artigianali e ci fermiamo a mangiare la piadina più buona del mondo. Fatta sul momento come se fosse una pizza, cotta benissimo e con un ripieno (salsiccia e formaggio) da leccarsi i baffi. Il posto si chiama Corpo di Guardia, se andate a Gradara (e andateci, che è un posto stupendo) dovete provare assolutamente questa delizia.

Rocca di Gradara
Rocca di Gradara
Rocca di Gradara
Rocca di Gradara - Borgo medievale

Rocca di Gradara
Rocca di Gradara - vicoli

Rocca di Gradara
Rocca di Gradara - un tratto del camminamento lungo sulle mura

Rocca di Gradara
Rocca di Gradara - la piadina più buona del mondo

Per accedere al castello, come ogni castello che si rispetti, bisogna passare sul ponte levatoio. L'interno è piuttosto grande, e la visita comincia dai sotterranei, dove non mancano prigioni e sistemi di tortura. Poi si sale, prima nelle sale da pranzo e poi alle camere da letto, dove si trova anche la stanza di Francesca (che si innamorò di Paolo, il fratello di suo marito che quando li scoprì li uccise, e per questo finirono nell'Inferno di Dante, girone dei lussuriosi).

Una volta usciti dal castello concludiamo la visita di Gradara con il camminamento di ronda lungo un tratto delle mura, che offre un paesaggio meraviglioso sia all'interno, sui tetti e sui vicoli del borgo, che all'esterno, dove il panorama va dal verde dell'entroterra al blu della Riviera Romagnola (siamo quasi al confine tra Marche e Romagna).

Rocca di Gradara
Rocca di Gradara - una piazzetta
Rocca di Gradara
Rocca di Gradara - il castello
Rocca di Gradara
Rocca di Gradara - camminando sulle mura

Ci rimettiamo in macchina, e dopo una decina di chilometri scarsi siamo a Tavullia, paesino di dimensioni minuscole e scarso interesse turistico, ma che abbiamo sempre avuto il desiderio di visitare perché siamo appassionati di MotoGP e tifosi di Valentino Rossi. Mi piace il motociclismo in generale, ma Valentino per me è un idolo. C'è chi sogna di conoscere il suo cantante preferito, ecco, io vorrei conoscere lui.

In paese ci sono i poster "forza Vale" dappertutto, persino nelle vetrine della banca. Abbiamo fatto un salto in chiesa, dove il parroco scampana ad ogni vittoria. Il nostro "pellegrinaggio" ci porta anche al ranch, per poi finire al ristorante (dopo aver comprato un paio di magliette nello store ufficiale).

Naturalmente non ho avuto neanche per un momento la speranza di incontrarlo veramente (io NON sono fortunata), anche se so che in questi giorni è in zona. Ma mi sono tolta lo sfizio di andare "a casa sua", e tanto mi basta. Oltretutto, da Rossi si mangia stra-bene, e il panorama è stupendo. Oltre agli ottimi piatti ci godiamo un tramonto da favola.

Tavullia
Fan Club

Tavullia
Caffé Sport e "Forza Vale" persino in banca!

Tavullia
Il ranch

Da Rossi
Menu DEGUSTERIA, con un sacco di piccole portate, tagliatelle al ragù e polettine al sugo. 

Tavullia
Ottima cena con tramonto da favola


Rientriamo a Pesaro piuttosto tardi, il cielo si sta annuvolando e il vento porta un po' di fresco nella nostra stanza senza aria condizionata (l'albergo che ho scelto è in un'ottima posizione, ma è rimasto fermo agli anni 80). Proviamo a guardare un film, la tele è un vecchio Mivar 14 pollici, lontano dal letto. Praticamente ci andrebbe il binocolo ma cosa importa. Oggi è stata davvero una splendida giornata.




------------------------------------------------
Info pratiche:

Hotel Capitol
Viale Rovereto 19 - Pesaro
Camera spartana, senza aria condizionata (c'è solo in alcune, fare richiesta al momento della prenotazione). Bagno piccolo e un po' scomodo, balconcino vista mare, ottima colazione e staff disponibile e gentile. Vicino alla spiaggia convenzionata, posizione tranquilla. € 70 a notte.

Rocca di Gradara
Ingresso castello € 4 (8.30 - 19.15 / lunedì 8.30 - 14.00)
Camminamenti di ronda € 2 (inverno fino alle 17.30 / estate fino alle 23.00)
Biglietto castello + camminamenti € 5

Pranzo: Tramezzineria Il TRAMezzino
C.so XI Settembre 172 - PESARO

Cena: Bar Pizzeria da Rossi
Via Cesare Battisti 7 - Tavullia (PU)
------------------------------------------------

15 commenti:

  1. Mi sembra che di splendide giornate ne abbiate avute parecchie! Ho lontanissimi ricordi di Gradara, quando intorno ai diciassette anni ci andai a vedere l'alba con un fidanzatino, ma non la vedemmo perché eravamo girati dalla parte sbagliata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che forte! Certo che sei stata in un sacco di posti. Io l'Italia ho iniziato a scoprirla adesso. ..

      Elimina
  2. Che gente simpatica, e che bello il castello! Ho un debole per i castelli, sto studiandomi quelli del Piemonte e della Liguria per una gita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, una gita tra Piemonte e Liguria a tema castelli è molto interessante. Sono curiosa di conoscere l'itinerario.

      Elimina
  3. BELLISSIMO bellissimo scoprire l italia he è semrpe piena di sorprese meravigliose e bellissimo questo affetto per un campione local!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, ero titubante ma ho visto posti meravigliosi e conosciuto persone fantastiche.

      Elimina
  4. Mi manca la costa adriatica e spero di vederla presto, sembra stupenda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la consiglio davvero, specialmente da Ancona in giù.

      Elimina
  5. A Gradara ci sono stato pure io, anni fa, ma non sono andato a mangiare la piadina più buona del mondo (mi segno il posto, non si sa mai...).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì se ti capita non puoi perderti quella delizia!

      Elimina
  6. Le tue foto sono meravigliose come sempre e mi ricordano la città di Pesaro. E questo borgo Gradara è bellissimo, e un giorno vorrei visitarlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Titti se torni in Italia ti consiglio di andare a Gradara, è un borgo medievale bellissimo.

      Elimina
  7. L'ho visitata sempre di corsa e chissà perchè, ma le tue foto mi hanno permesso di ricordare qualcosa...Non sapevo che avesse un'importanza culinaria così golosa, perchè le foto postate fanno veramente venire appetito e te lo dice una che è tre giorni che non mangia...
    Grazie del viaggio Ciccolina mia..bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Italia si mangia bene ovunque, è una sicurezza. Un abbraccio!

      Elimina
  8. FreedomPop is Britian's #1 FREE mobile communications provider.

    With voice, SMS & data plans starting at £0.00/month.

    RispondiElimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente la moderazione ai commenti dei post più vecchi per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...