Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

mercoledì 25 novembre 2015Aggiornato il:

Idee regalo per viaggiatori

Il periodo natalizio, nonostante le notizie e il clima teso di questi giorni, sta arrivando. Ed io, forse proprio per contrastare ciò che sta accadendo nel mondo, ho iniziato con largo anticipo a pensare ai regali. Da fare, ma anche da ricevere.

Avete un'amica, parente, fidanzata, moglie che adora i viaggi? Assecondate la sua passione, alimentatela. Insomma, rendetela felice prendendo spunto da questa lista di idee. (P.s. troverete tutti i link ai prodotti proposti, ma non è un post sponsorizzato. La vera blogger ricoperta di prodotti gratuiti e di sponsor forse esiste ma non sono io. Purtroppo).



GUIDE DI VIAGGIO

Non importa quale scegliere, una a caso va benissimo. L'amante dei viaggi adora le guide di viaggio, le colleziona, le divora.
Lonely Planet e Rough Guide sono le più classiche. Le guide National Geographic le più ricercate e le guide Mondadori sono piene di fotografie.

Un'alternativa carina è un romanzo di viaggio. Ho trovato questa lista dei 100 libri di viaggio che ogni viaggiatore dovrebbe avere nella propria libreria, un'ottima fonte di idee.

E se proprio non sapete cosa scegliere i buoni regalo per le librerie sono sempre molto graditi.



martedì 3 novembre 2015Aggiornato il:

Le 10 fasi del viaggiatore

Siccome non posso viaggiare spesso, il tempo che passa tra una partenza e l'altra per me è una tortura scandita da varie fasi. Ne ho individuate 10, e al momento mi trovo alla prima.



Fase uno. La smania.

Stato di grande eccitazione, agitazione, entusiasmo.
La situazione in cui non vedo l'ora di andare, non importa dove. Che mi viene voglia di mollare tutto, darmi malata, pur di poter prendere il primo volo per una destinazione qualsiasi. Non importa che sia appena tornata, anzi. La smania di andare spesso si insinua dentro di me mentre sono ancora in viaggio, generalmente sul volo di ritorno. Sto tornando a casa, il mio viaggio è alle ultime battute, e mentre penso che è tutto finito, il pensiero corre già alla prossima meta. Non importa quanto tempo dovrò aspettare, la sola idea mi conforta.

In questa fase la cosa più importante è non far trasparire nulla, perché è difficile spiegare a chi mi sta intorno che ho nostalgia sì del posto appena visitato, ma anche e soprattutto del prossimo che ancora non ho visto.

Qualche gita ogni tanto, o se possibile qualche week-end in giro, sono di grandissimo aiuto.

Foto presa qui