Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

giovedì 16 giugno 2016Aggiornato il:

Aggiornamenti e progetti di inizio estate

Giorno libero, pioggia, poca voglia di alzarmi dal divano oggi.

Non ho fatto in tempo a lavorare ad un progetto che ne è subentrato un altro. Queste cose, sommate ad un periodo di lavoro abbastanza intenso e ad un viaggio imminente da definire, hanno reso l'ultimo periodo abbastanza impegnativo.

Ma andiamo in ordine (sparso).

Il visto per la Cina

Martedì sono andata a Milano. Treno all'alba, commissioni andate a buon fine in due tempi, treno di ritorno in ritardo, Torino. Corsa a casa a recuperare la macchina per arrivare a lavoro alle 15 spaccate, con la faccia stravolta dalle poche ore di sonno sul groppone.

La parte più noiosa dell'organizzazione del viaggio in Cina è dover fare il visto.
Il visto è già caro di suo (€ 127,10), in più bisogna pagare per farselo fare o andare a farlo.
A Torino c'è un'agenzia che se ne occupa, ma chiede una provvigione a mio avviso esagerata, sui 90 euro a pratica.



Ho provato a rivolgermi all'agenzia cinese (quella che mi ha fatto il visto due anni fa) ma il negozio è diventato un centro massaggi. Entro nell'asian market lì davanti, quello vietnamita, chiedo notizie, mi dicono che si è trasferito dietro l'angolo, proprio all'imbocco di Porta Palazzo (che per chi non è di Torino è un mix tra Chinatown e un suk arabo. Multietnica e fantastica). Il negozio è aperto ma non c'è nessuno, aspetto un po' poi esco e mi segno il numero di telefono mentre un marocchino mi chiede "cerchi cinese? è su che dorme ma se vuoi gli citofono".

Alla fine lo chiamo, ma ho l'amara sorpresa, non fa più i visti. Pare che nessuna agenzia cinese li faccia più.

Mentre valuto alternative poco dispendiose vengo a sapere di una super offerta di Italo, ed è così che andare al CVASC di Milano risulta la soluzione più economica.

Ora, dato che non ho seguito alla lettera tutte le indicazioni e sono dovuta andare in una copisteria a stampare i documenti mancanti, tornare, rifare la coda, vi indico tutto ciò che serve:


  • Fotocopia passaporti
  • Biglietto aereo andata/ritorno
  • Modulo di richiesta compilato in TUTTI i campi
  • Prenotazioni alberghiere (occhio, se prenotate su Booking stampate la conferma dove compare il vostro nominativo, la semplice conferma non basta)


Per quanto riguarda i visti per studio o per lavoro fate attenzione ad avere la lettera di invito corretta e ufficiale, mentre aspettavo ho visto parecchia gente mandata via perché i documenti non erano in regola.

Detto questo, la settimana prossima dovrò tornare a Milano a ritirare i passaporti col visto, sperando di fare in fretta per avere qualche ora da spendere come turista. Escludendo il Duomo, i Navigli, e la zona dello shopping che ho già visto più volte, avete qualche posto da consigliarmi?

Una foto pubblicata da @ciccola in data:




Progetti che si moltiplicano.

Il progetto delle mini-guide mi sta portando via tanto tempo. La prossima sarà sulla Cina, ma ne sta venendo fuori un'enciclopedia e ho pensato di dividerla in puntate, magari per argomenti.
Ho avuto uno stop e mi è venuto un po' di sconforto. Che sia un progetto troppo ambizioso? Se non fosse che quella del Giappone ha avuto un successo inaspettato avrei forse mollato. Non sono di certo ai livelli dei travel blogger famosi, ma le visualizzazioni, le condivisioni, i commenti e gli apprezzamenti da parte di chi mi sostiene mi hanno dato una botta di autostima entusiasmante.
Perciò sì, sto procedendo un po' a rilento ma vado avanti.

Nel frattempo sto lavorando ad un nuovo progetto, che se va in porto non mi cambierà forse la vita, ma potrebbe migliorarla parecchio. Non ne parlo per scaramanzia, almeno finché non va in porto, ma sto pensando al futuro e mi piacerebbe far qualcosa di concreto per costruire qualcosa di mio. Che mi faccia alzare la mattina con la voglia di andare a lavorare e mi faccia coricare la notte stanca morta ma con il sorriso sulle labbra.
Mandatemi vibrazioni positive, ne ho bisogno.




Il giardino sul balcone e l'estate a singhiozzi.

Per il mio compleanno (che incide con il compleanno di questo blog, aperto nel lontano 2010 e mai festeggiato abbastanza) sono andata a Roma con i miei amici. Una Roma ricoperta di gelsomini, fiori che adoro e che mi ricordano un episodio tratto da Persepolis che adoro (avete presente la nonna di Marjiane?).

Bene, mi hanno regalato un gelsomino. Che poi ho scoperto che è un "falso" gelsomino, il cui nome è un ridicolissimo rhyncospermum jasminoides (a me fa ridere, abbiate pazienza). L'ho piazzato in un posto strategico sul balcone, vicino al tubo della grondaia. Vai e arrampicati più che puoi!

Il pesco noce nano quest'anno non mi ha fatto neanche uno di quei meravigliosi fiori rosa della primavera scorsa, e ad oggi sembra morto. Magari fa come il mirto, che è rimasto secco per 16 mesi e adesso si è improvvisamente riempito di foglioline nuove. La mia pigrizia nel rimpiazzare i vasi è la responsabile della resurrezione delle piante.

L'alberello di melograno è impazzito, è raddoppiato di volume e tra le foglie ho notato tre o quattro piccoli frutti. Il mandarino (quello che il vivaista dava per spacciato tre anni fa) è più bello che mai, e il kucle si è riempito di fiori profumatissimi che se tutto va bene diventeranno frutti.
I bonsai erano un po' spenti e pieni di polvere, così ho sfruttato un temporale per spostarli tutti sotto l'acqua per una bella doccia rigenerante.

Vorrei solo capire come mai ai ragni piace tanto il mio piccolo boschetto, al quinto piano, in centro città, circondato dal cemento. Da dove cavolo arrivano? Come faccio a cacciarli?

L'estate ha portato i temporali quasi quotidiani e i rondoni, che sono tornati in massa nella loro casa sul mio tetto. Questo significa un sacco di cacche sul balcone, che pulisco sempre ma è perennemente sporco. In aggiunta, i piccioni, che ultimamente (complice un gattosandro anzianotto andante, che non ha più voglia di cacciare) si sono fatti audaci. L'altro giorno me ne sono trovata uno appollaiato sul lavandino della cucina.

Parlando di Sandro, un paio di settimane fa ha litigato con un corvo e sono corsa giusto in tempo sul balcone, perché stava facendo una brutta fine. Devo dire che trovarmi davanti un corvo, che con le ali aperte è enorme, mi ha piuttosto spaventata. Vedere il mio gatto immobile, paralizzato dalla paura, con gli occhi a palla, altrettanto.



Eventi e giornate di sole.

Il sole? Sì, sì, giuro che l'ho visto. Addirittura nella mia unica domenica libera di giugno, quando ho avuto la brillante idea di andare al Parco del Valentino, dove c'era il Museo dell'auto. Una fiumana di gente mai vista, famiglie intere, transumanza di passeggini, ascelle pezzate per i primi caldi e turisti. Oggià. A Torino abbiamo anche i turisti.

Una foto pubblicata da @ciccola in data:



E poi gli europei di calcio. L'altra sera per la prima partita dell'Italia eravamo in quindici. Quando ha segnato Giaccherini è venuta giù la cucina.
Per la cronaca, a me il calcio piace. Così come mi piacciono le Olimpiadi, che quando iniziano sarò in Cina (col fuso orario a che ora le vedrò??). Mi piacciono questi eventi, mi piace guardare le partite con gli amici, commentare, bere birra, mangiare insieme ed esultare. Non mi dà la stessa soddisfazione di vedere una gara di MotoGP, ma mi diverto lo stesso.

Divertitevi anche voi, mi raccomando. Anche se il calcio non vi piace e preferite un film. O un gelato sulle panchine. O una gita al mare.

Io torno ai miei progetti.
Buona estate a tutti.

30 commenti:

  1. In realtà ho poco da commentare, ma volevo solo dirti che mi piace tanto questo post.

    RispondiElimina
  2. Non mi parlare dei piccioni: li odio!! Ho dovuto attaccare delle striscioline argento abbaglianti per allontanare i piccioni, c'è un'invasione sul mio balcone! Bellissimo post riassuntivo, mi piacciono queste tipologie di articoli! Buona serata!😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Striscioline eh? Ma funzionano? Perché iniziano ad essere troppo spavaldi da quando il gatto anziano non fa più il suo dovere.

      Elimina
    2. Sì certo, anche i miei vicini di fronte hanno copiato questo metodo! Ho il balcone che sembra addobbato per il Natale con queste striscioline abbaglianti ma funzionano benissimo! Ora i piccioni sono spariti!

      Elimina
    3. Posso anche sopportare l'effetto natale se funziona! Grazie ^_^

      Elimina
  3. In bocca al lupo per tutti i progetti!!! Io ti stimo tantissimo per le guide di viaggio.
    Anche per il giardino in balcone perché a me muore tutto. Mi pare che mio cognato usi dei cd appesi a fili per spaventare i piccioni e una specie di mix di aglio e aceto distribuito con lo spruzzino contro gli insetti.
    Per Milano, se non ci sei già stata, io consiglio sempre il Castello Sforzesco che mi piace tanto, con tanto di mostre.
    E' un secolo che non ci vado ma le basiliche di sant'Ambrogio e san Lorenzo dovrebbero essere da vedere.
    La pinacoteca di Brera ha cose molto belle.
    Poi c'è il mio amatissimo museo di storia naturale in porta venezia e lì c'è anche il planetario.
    Se vai di sabato (ma puoi anche informarti su quelli in settimana) puoi fare un giro ad un mercatino rionale (i miei preferiti sono qui:http://conigliodellamoda.blogspot.it/2010/09/mercati-di-milano.html).
    Per mangiare ho un sacco di posti da consigliarti (italiani: http://conigliodellamoda.blogspot.it/2013/07/ristoranti-italiani-di-milano.html, etnici: http://conigliodellamoda.blogspot.it/2013/06/ristoranti-etnici-di-milano.html, giapponesi: http://conigliodellamoda.blogspot.it/2011/04/ristoranti-giapponesi-milano.html, pizzerie: http://conigliodellamoda.blogspot.it/2013/01/mangiarsi-una-pizza-milano.html).
    Se hai domande specifiche chiedi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanti consigli, grazie! Sarà una toccata e fuga, ma credo di avere il tempo per visitare almeno le basiliche (e mangiare, che è la parte che preferisco!).
      I piccioni si stanno davvero allargando, sono di un'invadenza che fatico a sopportare. Proverò con i CD...

      Elimina
  4. Ah, le pratiche per i visti, tra le cose più simpatiche del mondo! :/
    Ti faccio un grosso in bocca il lupo per i tuoi progetti, non abbandonare quello delle guide, mi rendo conto del grosso impegno ma il tuo è un lavoro così preciso, accurato e fatto bene che sarebbe un vero peccato! Non parliamo di gatti e uccelli, ho i piccioni che ogni tanto tornano e provano a nidificare su un mobile in balcone, e ogni tanto devo stare con la scopa a cacciarli via. E la gatta? Li guarda, poi quando vede me fa finta di "lavorare" e gli miagola contro! :/ C'ho la gatta paracula! :D
    Il rincospermo è bellissimo, Roma ne è invasa, ce l'ho anche io sul balcone, l'abbiamo preso due anni fa che era un rametto rinsecchito e quest'anno ha buttato un sacco di fiori, c'è un profumo la sera per tutta casa! Anche a me il nome fa tanto ridere, a casa l'ho ribattezzato rinco, ma tutte le mie piante hanno diminutivi in pratica (c'è bonsi, basi, prezzi, rosmi ecc!! XD Ok, non sto bene, lo ammetto!).
    Mi sa che ho scritto un papiro, un saluto!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha anche il mio gatto finge di fare il suo lavoro, ma io credo che in realtà piagnucola e basta perché non li sopporta.
      L'hai chiamato rinco, ecco! è fantastico sapere che non sono l'unica a ridere di queste cose ^_^ Me l'hanno regalato proprio perché Roma ne è ricoperta, ad ogni cespuglio mi fermavo ad annusare il profumo... Adesso ho il mio angolo romano sul balcone, ci si accontenta di quel che si ha!
      Grazie (soprattutto per l'incoraggiamento per i miei progetti, mi dà una carica che non ti immagini).

      Elimina
  5. Questo post è semplicemente stupendo! Mi piace tantissimo, perché nomini un progetto per te stessa e questa voglia di fare qualcosa per sé stessi, qualcosa che piaccia davvero, mi entusiasma sempre e quindi infondi un po' di deteminazione anche a me, che ultimamente mi sento un po' moscia. Il tuo boschetto è bellissimo, e i balconi verdi di Milano sono la cosa che mi ha colpita di più, dopo la mia prima visita in città: avevo mostrato le foto a mia madre che aveva anche lei un'idea di Milano grigia e fredda, invece aveva detto: "ma a Milano hanno le piante anche sui tetti!" Invece il piccione sul lavandino... potrei morire se ne vedessi uno! Fortuna che ci sono solo in città (per ora).
    Non mi interessa il calcio, però conosco quell'atmosfera di cui parli: quando lavoravo al bar era il mio incubo ma allo stesso tempo la mia invidia ;)
    Bravissima, continua coi tuoi progetti e le tue guide!
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di averti trasferito un po' del mio entusiasmo, è proprio così, sono stanca ma carica. Nell'immaginario Milano e Torino sono città grigie, chissà come mai...Invece il piccione in casa, lascia stare, mi stava prendendo un colpo.
      Grazie per l'incoraggiamento!!

      Elimina
  6. Che bel post! Hai un modo di scrivere che mi mette allegria :) E che belli anche i bonsai!! Sei esperta? A me hanno regalato un piccolo bonsai di Carmona (o the koreano) e sono in ansia, è talmente bellino che non voglio che il mio solito pollice nero lo faccia morire... Mi sa che domani lo porto dal fiorista, che stlakererò finchè non mi darà tutti i consigli necessari! Per Milano ti consiglio tanto Brera, è una zona molto bella e un po' defilata, dove è bellissimo passeggiare! E se vuoi mangiare cinese per stare in tema con il visto, c'è via Paolo Sarpi, dove (mi dicono) il cibo è veramente cinese originale! Non ricordo il nome del ristorante in cui sono stata, ma se ti interessa, chiedo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono assolutamente esperta in bonsai, ma mi piacciono (le piante in generale) e dopo anni di disastri sto iniziando a capire come curarli. Ho dovuto googolare bonsai Carmona, non lo conoscevo, ho letto che è una pianta tropicale che ama l'acqua. Io con le mie piante metto subito in chiaro le cose, il clima è quel che è, chi resiste bene, chi non ce la fa amen (poi però piango ma è un'altro discorso). Questo per dirti che forse devi dare tempo al tuo bonsai di ambientarsi e acclimatarsi.
      Il mandarino cinese era dato per spacciato perché è una pianta che ama il clima tropicale, invece si è già fatto 3 inverni torinesi e ne è uscito benissimo. Si vede che si è abituato e sta bene lì dov'è!

      Elimina
  7. Mi piace molto leggere questi tuoi post vari e sono contenta (e curiosa) se hai nuovi progetti. A volte è stancante, ma pensa ai risultati ottenuti e a tutte le persone che ti seguono e ti prendono come l'icona dei viaggi indipendenti (come faccio io), le tue guide saranno utilissime, non importa quanto ci vorrà e se vorrai spezzettarle in più post, alla ne sarai soddisfatta e noi con te!

    Belle le piantine! A me sta venendo quasi voglia di ricominciare un diario virtuale solo sul giardinaggio...sono fissata XP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Clyo, avrei una voglia matta di spiattellare tutto ma per scaramanzia devo aspettare almeno che il progetto parta, senò sai che delusione?

      ...Diario virtuale sul giardinaggio? Mi piace!!

      Elimina
  8. Sempre piena di vita e progetti, da far invidia... qui niente nazionale (seguo solola mia squadra di club, se non ho nulla da fare, ma il tifo nazionale nun lo reggo). Meglio un film, o un gelato, o ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, che invidia? Non esageriamo!! Cerco solo di non farmi sfuggire il tempo dalle mani ^_^

      Elimina
  9. Sono stata a Milano la settimana scorsa a ritirare i visti, noi viaggiamo in 4 ed è stato un salasso! Attendo fremente la tua mini-guida sulla Cina che spero riuscirai a pubblicare presto, sono certa che sarà fonte di ispirazione per il mio viaggio in Cina con bambini!
    Ciao
    Rosella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il visto è davvero caro, lo so. Incide parecchio sul budget purtroppo.
      Per la Cina pensavo di dividere la mini-guida a puntate, ho già scritto tantissimo, devo solo iniziare a organizzare i post.
      Spero ti saranno d'aiuto, quale itinerario avete scelto?

      Elimina
    2. Pechino-Datong-Pingyao-Xian-Luoyang-Shanghai sono la stessa Rosella che ti ha chiesto info via mai :)

      Elimina
    3. L'avevo immaginato ma avevo paura di fare una figuraccia! ^_^

      Elimina
  10. Non ho capito se il progetto riguarda il blog, ma credo di sì. Ti auguro buona fortuna in ogni caso. Non mollare le guide, sono veramente utili e ben fatte e personalmente non ne ho mai viste molte sull'Asia, almeno che non fossero lunghe al punto da essere soporifere. Mi piace il tuo modo di viaggiare, quindi le leggo con piacere, anche se arrivo sempre in ritardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla lunghezza ci sto lavorando, mi sembravano già molto lunghe le precedenti e non voglio annoiare a morte la gente! Per questo ho deciso di dividere in puntate la prossima. Purtroppo non ho il dono della sintesi, e se poi un argomento mi piace ciao, non mi fermo più.
      Il progetto non ha a che fare col blog, ma l'argomento è sempre lo stesso (il turismo).

      Elimina
  11. Che curiosità mi preme le meningi per scoprire le tue nuove meravigliose pensate e i tuoi progetti..
    Aspetteremo con tanta pazienza...
    Il viaggio in Cina, un'altra goduria, anche se non voglio pensare come trattano i cani e i bambini...
    E poi il tuo giardino che è migliore del mio io che ho 7000 metri non curati..povero giardino mio, così bistrattato dopo la mancanza del mio compagno.
    E il Valentino e i sole la pioggia..insomma sempre un piacere leggerti!
    Bacio viaggiatore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con un giardino così grande avrei difficoltà anch'io, bisognerebbe lavorarci a tempo pieno!

      Elimina
  12. Ti mando quintali di energie positive per tutti i tuoi progetti, quello che dici di svegliarsi entusiasti e andare a dormire soddisfatti è vero e importantissimo e ti auguro tanta fortuna perché te la meriti!

    RispondiElimina
  13. Ciao!
    Volevo chiederti una cosa: con chi hai fatto l'assicurazione sanitaria? Quanto ti è venuta a costare e per quanti giorni?
    Grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo dico sottovoce ma non dirlo a nessuno, non l'ho mai fatta.

      Elimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...