Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

domenica 3 luglio 2016Aggiornato il:

Scampoli d'estate

È una mia impressione o giugno è volato via in un amen? Ogni volta è così, aspetto l'estate tutto l'anno e quando arriva mi sfugge, si mette a correre, e mi sembra di non riuscire a viverla come vorrei. Tanto per dirne una, non sono ancora andata una volta in piscina.

A differenza della maggior parte della gente io adoro il caldo (anche quello torrido), probabilmente in un'altra vita ero una lucertola. Fino alla scorsa settimana a Torino ci sono stati temporali quasi quotidiani, a volte violenti, con grandine e vento. Ora pare che il bel tempo sia destinato a durare, speriamo.

Una foto pubblicata da Simona Zanellato (@ciccola) in data:






Pensando alle cose belle, sto organizzando la valigia per il viaggio. Ho fatto uno schemino con tutto ciò che devo mettere in valigia (ma proprio tutto tutto tutto), così quando sarà il momento dovrò solo depennare gli indumenti dalla lista man mano che li infilo in valigia.

Con questo metodo spero di evitare i soliti dubbi:
Magliette quante ne ho messe? Non saranno poche? Dai ne metto una in più che non si sa mai.
Magari anche un vestitino in più.
E un pantaloncino? Che dici? (Notare che me lo chiedo da sola, giusto per sottolineare la follia).

E va a finire che riempio troppo. Poi mi ritrovo a destinazione, dove tra l'altro fosse mai il caso una maglietta me la posso anche comprare, e mi chiedo sempre come cavolo mi è venuto in mente di portarmi tutta quella roba (che pesa).

Considerate che viaggio con un trolley misure bagaglio a mano, sono già molto minimal, ma non abbastanza. Dai che forse questa volta ce la faccio a partire leggera.


Un'altra cosa bella è che mi sono messa a disegnare seriamente. Per seriamente intendo tutti i giorni, se quattro giorni fanno testo. Vorrei riuscire a creare un travel sketchbook (ammazza quanto fa figo sto termine) del mio viaggio, ci vuole tanta costanza, dote di cui a volte difetto un po'.
Per ora l'ho iniziato e mi sembra stia venendo bene.

Una foto pubblicata da Simona Zanellato (@ciccola) in data:



A breve pubblicherò la prima puntata della guida di viaggio in Cina, so che potrebbe essere molto utile a qualcuno, dato che sto ricevendo diversi messaggi e che non interesserà una cippa lippa a tutti gli altri, purtroppo.

L'altro giorno ho voluto far ordine tra i blog che seguo, perché alcuni non li trovavo più, altri mi hanno un po' stufata e altri ancora li avevo tra i preferiti ma non ne ricordavo il motivo.
Ebbene, ho scoperto alcune cose interessanti.
Su circa 300 blog (non tantissimi) almeno 20 sono diventati privati. Di quelli che google ti dice che non sei stato invitato e non puoi entrare. Vi dirò, ci sono rimasta un po' male e li ho eliminati.
Altri si sono trasferiti.
Molti hanno semplicemente abbandonato il blog. Di qualcuno so che è un periodo, magari tornano a scrivere e io voglio essere aggiornata. Tutti gli altri, eliminati.
L'ultimo repulisti l'ho conservato per "gli scambia like", quelli che partono in quarta con i commenti finché non ti unisci al loro sito, e poi spariscono. Ma perché?


Concludo con un dato di fatto che non c'entra niente con tutto ciò che ho scritto fin'ora, ma ve lo devo dire. I vigili del fuoco hanno un grado di figaggine esagerato. Molto esagerato.

La mia domenica lavorativa è stata movimentata da un black out esteso all'intero quartiere, da scoppi e un fumo sospetto che usciva da una grata sull marciapiede. Una centralina esplosa che ha fatto un casino che non vi dico. Comunque li chiamo, arrivano stile Ghostbusters e mi stendono. Tento di mantenere una certa professionalità mentre descrivo l'accaduto, è evidente che il problema lo devono risolvere quelli dell'energia elettrica, e quando questi arrivano infatti loro se ne vanno. Purtroppo. Però mi fanno ciao ciao dal camion, a cui ho ovviamente risposto con un ciao ciao che manco quando avevo 15 anni.

E con questa notiziona vi saluto, io vado a farmi furba.






20 commenti:

  1. Questa estate sta passando in modo strano anche per me, qui non si sente la differenza fra le stagioni (raramente si arriva sopra i 20°C, ma ormai sto in maglietta a 16°) e mi sembra di essere ancora a cavallo fra Maggio e Giugno, con il fatto che non ho voglia di andare in vacanza, ma ho una nostalgia tremenda di casa.
    va beh, che ti devo dire... W i vigili del fuoco XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci si abitua al clima londinese? Immagino di sì, così come immagino la nostalgia di casa.
      Non riesci a tornare per qualche giorno?

      Elimina
  2. Hai ragione, giugno è proprio volato via! Però l'importante è che questa settimana scorra lenta lenta perchè io sono in ferie, e vorrei andare in bicicletta - finire di colorare il dehor coi bancali di recupero - andare a caccia di stoffe e cuscini - un giorno in piscina - mezza giornata all'Ikea - ordinare far arrivare e accatastare il carico di pellet per l'inverno ora che costa poco - chiamare mia zia e vedere di capire cosa è che vuole fare con tutte quelle foto - decidermi e prenotare il volo per la Cina - stare un giorno intero spaparanzato sui cuscinoni nel dehor a leggere un sacco di strisce dei Peanuts e ascoltare a tutto volume Controllo totale di Anna Oxa e un sacco di altre canzoni italiane vecchie.
    Quattro giorni fanno testo eccome. E l'inizio del tuo travel sketchbook (l'avrò scritto giusto?) (so di averlo scritto giusto perchè sono appena andato su a controllare come l'hai scritto tu) (sempre che tu l'abbia scritto giusto!) (ovvio che tu l'avrai scritto giusto) (dò una controllatina: travel sketchbook --> taccuino di appunti visivi e verbali che il viaggiatore compila nei suoi vagabondaggi, con o senza sistematicità e con o senza l'obiettivo di creare un oggetto organico) (l'avevi scritto giusto, sapevo io) (riprendo che mi sono perso).
    L'inizio del tuo travel coso è davvero bello. Piacerebbe a me saper disegnare così!
    Per il resto aspetto curioso la guida di viaggio per la Cina e ti dico che leggere "e vado a farmi furba" mi ha fatto proprio ridere, ah ah, grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi fare un sacco di cose in questa settimana di ferie!
      Confermo, il travel coso è scritto giusto, ho controllato per evitare figuracce. Comunque sono dei banali disegni di viaggio, ma usando il termine figo fa un altro effetto ^_^
      Stai pensando a un viaggio in Cina? Quando? Ci sei mai stato?

      Elimina
    2. Oh sì che sto pensando ad un viaggio in Cina! A ottobre. Da metà ottobre, che nei primi giorni costa caro. Non ci sono mai stato e ho una paura boia. Il mio programma per ora prevede Pechino - muraglia, città proibita, hutong (diciamo che al momento è un programma un po' scarno, :D)

      Elimina
  3. Giugno? Finalmente è finito, dico invece io. Con tutta quella pioggia, non mi passava più. Comunque ho constatato che non è il caldo che odio, altrimenti non continuerei ad accendere il forno ogni giorno per pagnotte, torte, cene ecc: è il sole addosso che alla lunga mi dà fastidio. Nonostante questa doppia premessa, a giugno sono riuscita ad abbronzarmi, al punto che tutti sono convinti che io sia già stata in ferie, invece no: quelle saranno a settembre!
    Io di diari di viaggi finora riesco a fare solo quelli incollando biglietti e foglietti vari, invidio il tuo, e anche il tuo tentativo di essere costante col disegno, chissà che in questo mese sabbatico che mi sto prendendo non riesca anche a disegnare. Comunque ituoi disegni sono bellissimi (avevo visto anche gli altri sul tuo blog). Bella anche la foto "pioggia con sole".
    Non parliamo di blogger scambia-like e di blog che spariscono, sembra un'epidemia!
    Buona settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pioggia è una scocciatura, motivo per cui non sono ancora andata in piscina (quando lavoro c'è il sole e nei miei giorni liberi piove, la solita fortuna ).
      Invece dopo anni di abbronzatura selvaggia, riesco a diventare nerissima senza sforzo, sto cercando di recuperare i danni e andarci piano.
      Buona settimana!

      Elimina
  4. Mi piacciono i tuoi post di viaggi, ma questi post di racconti "cittadini" e idee sparse sono altrettanto godibilissimi! Mi ha fatto molto ridere l'episodio dei pompieri!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah e comunque bellissima l'idea dei disegni!!!!

      Elimina
    2. Meno male, in questo periodo ho bisogno di staccare un po' e ho deciso di scrivere qualcosa di leggero, anche perché alla fine è il mio diario e voglio metterci anche la mia parte più cazzara, se mi permetti il termine ^_^

      Grazie

      Elimina
  5. ahahaha Ciccoletta mia, i tuoi disegni sono mostruosi tanto sono belli..un tocco raffinatissimo..Non sono per il caldo torrido, ma siamo a luglio , ci spetta e vediamo cosa ci regalerà...
    Preparativi ...' Un nome oscuro per me..che li faccio quando mi buttano i miei scarsi giorni di ferie in faccia e guardo la prima occasione che mi capita, non preoccupandomi affatto di cosa metto in valigia....
    Un abbraccio stritolante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Nella, siccome qua il giorno della partenza non arriva più mi devo accontentare dei preparativi! Un abbraccio! !

      Elimina
  6. Io in questa vita sono alligatore, quindi, come te, adoro il caldo. Come te, ho avuto poche possibilità di fare sport fuori (poca bici, poco nuoto, poche escursioni), ma quelle poche le abbiamo fatte con intensità, prendendo tutto il sole che c'era. In effetti, giungo è volato (solo un film all'aperto, tra l'altro ...).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto! I film all'aperto, ecco un'altra cosa che fa tanto estate e non ho ancora fatto!

      Elimina
  7. Concordo sui vigili del fuoco. Roba da aprire il gas solo per rifarsi gli occhi nei giorni bui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, mi stavo scordando di chiedertelo: in cosa consiste questo schema per la valigia? Perché io vado di liste, pure con le app, ma appena metto una cosa dentro, il tempo di depennarla e concentrarmi su un'altra cosa che arrivano i dubbioni.

      Elimina
    2. Non è niente di che: sto disegnato tutto ciò che mi serve (nel dettaglio, tipo "vestito a righe" "pigiama di Snoopy") e man mano che mi viene in mente qualcosa aggiungo (ad esempio le forbicine). Facendolo così ho la visione d'insieme di quello che ho intenzione di portarmi e vedo subito se ho esagerato o se manca qualcosa.
      Quando arriverà il momento di fare la valigia, tra il panico che mi assale prima della partenza e il poco tempo (dato che lavoro fino alla sera precedente) devo solo inserire e spuntare.
      E chi s'è visto s'è visto, nel senso che se poi manca qualcosa me lo comprerò là ^_^

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Non mi parlare di valigie, ahah, sono al mare da quattro giorni, ma prima di partire mi è successo di tutto (lo racconto in un post sul mio blog. Ad esempio una valigia è andata fuori uso e ho dovuto portare più borse e borsoni! Mi piacciono i tuoi disegni e l'episodio dei vigili del fuoco mi ha molto divertito!😁

    RispondiElimina
  10. Mi dispiace! Però sei al mare, quindi un pochino ti invidio ^_^

    RispondiElimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...