Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

mercoledì 8 febbraio 2017Aggiornato il:

Il viaggio che vorrei #2

Interrail. Se c'è un viaggio che avrei voluto fare da giovane è proprio questo. Adolescenza particolare, la mia. Durante le vacanze estive i miei amici esploravano il mondo, io andavo a lavorare.
Ad ogni modo il desiderio di fare quell'esperienza c'è ancora, il treno è il mio mezzo di trasporto preferito, e sono dell'idea che non è mai troppo tardi per recuperare.

Ho preso in considerazione il Pass Interrail (adulti) e il Pass di Flixbus, e ho elaborato due itinerari (uno in treno e uno in autobus) valutando i costi e le distanze per un viaggio in Europa di 15 giorni.

Questo è il risultato.







1° ITINERARIO (IN INTERRAIL)

Mi piacerebbe partire da Trieste e poi fare Vienna - Praga - Amburgo - Amsterdam - Bruxelles - Londra - Lione e tornare a Torino.

Considerando che i 26 anni li ho passati da un pezzo, devo orientarmi sul Pass Interrail Adulti (i prezzi che riporto qui si riferiscono a quelli, per tutte le altre tariffe guardate qui). Ho scoperto che negli anni questo Pass è cambiato parecchio, adesso ci sono diverse tipologie tra cui poter scegliere.

Orientandomi sul Global Pass le possibilità di scelta sono:

- viaggia 5 giorni in un periodo di 15 giorni - € 267
- viaggia 7 giorni in un periodo di un mese - € 318
- viaggia 10 giorni in un periodo di un mese - € 378
- viaggia 15 giorni in un periodo di un mese - € 468
- viaggia ogni giorno in un periodo di 15 giorni - € 418
- viaggia ogni giorno in un periodo di 22 giorni - € 489
- viaggia ogni giorno in un periodo di un mese - € 632

Nel mio itinerario ci sono 9 spostamenti perciò tra le opzioni proposte quella che mi interessa è la terza, in neretto. In questi giorni c'è uno sconto del 15% da applicare alla tariffa intera.

Bisogna tenere conto che su quasi tutti i treni dell'alta velocità e su quelli notturni viene applicato un supplemento e spesso e volentieri la prenotazione è obbligatoria, cosa che rende necessario pianificare le tappe e gli orari (con tanti cari saluti al viaggio zaino in spalla e và dove ti porta il treno).



Tabellina di marcia:

  • Torino - Trieste
circa 5 ore di viaggio (mi fermo una notte, € 55 in B&B)

  • Trieste - Vienna
treno notturno (così risparmio una notte di albergo) che parte intorno alle 20 e impiega circa 11 ore.
Arrivo la mattina presto a Vienna (mi fermo due notti, hotel € 50 a notte)

  • Vienna - Praga
treno diretto, circa 4 ore (a Praga mi fermo 2 notti, hotel a € 50 a notte)

  • Praga -Amburgo
treno notturno diretto - 7 ore circa (ad Amburgo mi fermo due notti, circa € 80 a notte)

  • 5 Amburgo - Amsterdam
circa 5 ore con un cambio (ad Amsterdam mi fermo due notti anche se ci sono già stata perché è troppo bella, almeno € 90 a notte)

  • 6 Amsterdam - Bruxelles
viaggio veloce veloce, 2 ore scarse (a Bruxelles mi fermo 1 notte, siamo sui € 60)

  • 7 Bruxelles - Londra
treno diretto circa 2 ore e 40 (a Londra mi fermo 3 notti, € 70 a notte)

  • 8 Londra - Lione
(tralascio Parigi perché ci sono appena stata, poi vi racconto) 6 ore e 40 con un cambio.
A Lione mi fermo 1 o 2 notti (€ 60 a notte)

  • 9 Lione - Torino
4 ore scarse con treno diretto


Lo schemino delle tappe e dei giorni


Non ho idea di quanto costino i supplementi, perciò è un calcolo che devo lasciare in sospeso.
I prezzi per i pernottamenti invece si riferiscono alle mie ricerche su booking.

Il totale del preventivo quindi (contando solo il viaggio e il pernottamento) è approssimativamente di € 1680 totale per due.

I link utili per per acquistare il Pass e costruire il proprio viaggio in interrail:
http://it.interrail.eu/
http://it.interrail.eu/plan-your-trip/interrail-timetable




2° ITINERARIO (CON FLIXBUS)

Vorrei mantenere la tappa di Trieste, città che sogno di vedere da tempo, e poi fare Vienna - Praga - Francoforte - Strasburgo - Lione e tornare a Torino.

Il Pass di Flixbus è abbastanza semplice, consiste in un buono per 5 città a 99 euro. Il mio itinerario ne prevede 7, perciò dovrò acquistare due biglietti a parte ma il prezzo mi sembra comunque ottimo.
Non mi piace fare lunghi viaggi in autobus, perciò pensato ad un itinerario più corto, in modo da non dover fare spostamenti che superino le 8 ore.


Tabellina di marcia:

  • Torino - Trieste
7 ore e 50 minuti - due notti a Trieste in B&B


  • Trieste - Vienna
7 ore (esiste anche un autobus notturno che arriva a Vienna la mattina presto) - 3 notti a Vienna


  • Vienna - Praga
4 ore - 3 notti a Praga


  • Praga - Francoforte
7 ore e 30 - solo una notte a Francoforte perché è carissima!


  • Francoforte - Strasburgo
3 ore e 30 - 3 notti a Strasburgo (ci sono stata da piccola e me la ricordo bellissima)


  • Strasburgo - Lione
7 ore e 45 - 3 notti a Lione


  • Lione - Torino
4 ore e 20 - fine del viaggio


Lo schemino delle tappe e dei giorni

Tra il Pass, i pernottamenti in camera doppia e i due biglietti extra credo di spendere sui € 1300 (totale per due).

I link utili per acquistare il Pass e costruire il proprio viaggio con Flixbus:

https://interflix.flixbus.it/
https://www.flixbus.it/


La mappa dei due itinerari:
In verde in Interrail - in rosso con Flixbus



Volendo potrei (forse) integrare i due Pass ed elaborare un itinerario più complesso ma per ora mi fermo qui.


Per questi due itinerari più che mai saranno preziosi i vostri consigli (su tutto: città che ho inserito, esperienze di viaggi lunghi in autobus, Flixbus? L'avete mai provato?).

35 commenti:

  1. :D A seconda del posto in cui alloggi per Londra ti posso dire se e' un posto decente o meno, cosa visitare e quanto potresti spendere di mezzi pubblici per spostarti.
    Per tutto il resto non ho idea XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco bravissima! Dammi un consiglio su quali zone scegliere che non ne ho proprio idea.

      Elimina
  2. Umh, sai che non mi ha MAI attirato?
    L'ho sempre vista come una cosa da ragazzini pseudo-centrisociali, forse perché la meta più ambita era Amsterdam (e quindi canne).
    Però ora, da grande, leggendo questi tuoi itinerari, direi "perché no?"

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece l'ho sempre visto come un simbolo di libertà e di crescita, che poi è il significato che ha qualsiasi viaggio per me.
      Poi certo, l'aver frequentato i centri sociali e i racconti delle meraviglie di Amsterdam mi hanno un pochino influenzata ^_^

      Elimina
  3. Risposte
    1. Quasi quasi te lo "rubo"!
      Un bacio!

      Nuovo post sul mio blog!
      Se ti va ti aspetto da me!
      http://lamammadisophia2016.blogspot.it

      Elimina
    2. Ruba pure, poi mi dici com'è andata!

      Elimina
  4. Quasi tutta l'Europa che ho visto, l'ho girata in inter-rail! È un modo di viaggiare che amo moltissimo! Se vuoi farti un'idea dei supplementi puoi scrivere a Deutsche Bahn,ovvero alle ferrovie tedesche,che hanno una sede a Milano, vicino alla stazione centrale! Se passi da Bruxelles, fai un pensierino su Bruges... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande! Grazie per le dritte. Bruges!! Ottimo consiglio non ci avevo pensato, è assolutamente da inserire.

      Elimina
  5. Ciao Simo, l'itinerario é molto interessante e tra l'altro stavo pensando a Trieste anche io in questi giorni. In relazione ai viaggi in autobus devo dire che "l'autobus" é un vero e proprio viaggio in sé. Io preso spesso Eurolines da Ginevra a Torino e da Torino a Bologna.
    Devi tenere presente che rispetto al treno se devi andare in bagno devi aspettare le pause che a volte possono essere molto lunghe, possono passare anche quattro ore a seconda del percorso e delle frontiere da passare. C'é anche la toilette nell'autobus e ti consiglio l'Amuchina spray, ma si puo' fare.
    Alle frontiere non sai mai cosa succede. Entrano i doganieri e ritirano tutti i passaporti, e a seconda delle nazionalità e del numero delle persone, puoi aspettare dentro l'autobus seduta e blindata per questioni di sicurezza non si puo' scendere, anche per un'ora per i controlli.
    In relazione al viaggio in sé, devo dire che incontri tutto il mondo nel bene e nel male. Ascolterai tutte le storie e tutte le lingue possibili. Nell'ultimo viaggio che ho fatto avevo di fianco una signora araba che aveva mal di testa e le ho messo il balsamo di tigre sulle tempie e le ho dato un OKI... Devo dire che i viaggi in autobus sono frequentati da gente molto umile che non ha altri mezzi per viaggiare ed é un vero viaggio nella realtà.
    Inoltre i tempi sono super dilatati e questo ti permette di fare tante cose: leggere, scrivere, approfondire letture sugli itinerari e vedere i paesaggio che scorre.
    Un'altra cosa che é importante é lo stile di guida. Non ho mai avuto problemi con gli Eurolines, non conosco Flixbus, ma ho preso una linea italiana non Flixbus da Torino a Bologna, e abbiamo dovuto segnalare alla compagnia il comportamento dell'autista: non rispettava le distanze di sicurezza, sorpasso a destra, flash con i fari alle macchine che stavano davanti e andava troppo veloce, forse perché smontava il turno a Modena... devo dire che é successo solo quella volta. Normalmente non ho mai avuto problemi con Eurolines, soprattutto perché il tratto Torino - Ginevra é molto particolare e gli autisti sono estremamente cauti. In bocca al lupo. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo!! Che bello leggerti!
      Il viaggio in autobus mi mette un pochino d'ansia proprio perché dipende da come guida l'autista. Mi sento più sicura in treno, anche perché sono più libera di muovermi e mi piace il rumore delle rotaie che mi fanno venire sonno.
      Dopo le mie esperienze in Cina i viaggi lunghi non mi spaventano e mi piacerebbe vedere un pezzo di Europa.
      Vedremo

      Elimina
  6. Dopo aver letto "Signori, si cambia" di Severgnini, mi sono intrippata anch'io per i viaggi in treno. Tra tutti i viaggi che descrive, ce n'è uno in treno da Mosca a Lisbona, e quest'idea di attraversare l'Europa per il lungo mi ispira parecchio. Con Flixbus ci ho viaggiato una volta sola, in Italia, per circa 4 ore. Per il prezzo che ha, è un'alternativa molto valida al treno. L'unica cosa che mi ha un po' spiazzato è stata che alla stazione di partenza a Milano non c'era nessun tabellone con le partenze e nessun addetto, quindi non ero ben sicura di essere al posto giusto e soprattutto, essendo il bus in ritardo, mi ha dato quella sensazione "passerà mai o sono abbandonata qui?". Mi han detto che però ci dovrebbe essere una app, quindi questo incoveniente si può ovviare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo leggere quel libro allora ^_^ Ecco, da Mosca a Lisbona, ad aver il tempo, sarebbe un super super viaggio.
      Se non c'è tabellone di partenza a Milano probabilmente non c'è neanche nelle altre città perciò potrebbe essere un problema.
      Ora cerco la app, grazie!

      Elimina
  7. A me fai solo venire voglia di darti i miei desideri di viaggio e pregarti di organizzarmi il viaggio..
    Sei semplicemente splendida...
    Bacionissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pregarmi? Io lo faccio molto volentieri!! Basta che me lo dici ^_^

      Elimina
  8. Io personalmente opterei per il treno vuoi perchè sicuramente più comodo dell'autobus (per quanto mi sembra che l'opzione bus non preveda pernottamenti, quindi insomma, vedi tu) vuoi perché l'itinerario mi piace di più.
    Dell'itinerario in bus mi sembrano troppe le tre notti per Salisburgo e Lione.
    Investirei con una notte in meno in entrambe e una notte in più a Francoforte, che magari come prezzo vai più o meno a pari! :)

    Io il viaggio in interrail lo feci nel lontano 1988, con un Torino - Parigi - Londra - Parigi - Barcellona - Madrid - Torino. Il viaggio di ritorno Madrid - Torino, per via di una coincidenza mancata durò tipo tre giorni, un massacro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Farei di sicuro una notte in più a Francoforte, se riuscissi a trovare qualcosa di più umano.
      Ho messo più notti del necessario perché conoscendo la mia dolce metà se gli propongo un itinerario con una notte e via per tappa me lo boccia subito. Anche secondi me 3 notti a Lione sono troppe.

      Tu hai fatto l'interrail quello vero! Tre giorni...sarei arrivata distrutta...

      Elimina
    2. Lo ricordo come un incubo. A parte sentirmi il peso dello zaino sulle spalle per una settimana dopo il ritorno, un po' come quando scendi dalla nave e ti sembra di dondolare ancora...
      Ricordo una sosta interminabile a Narbonne, senza scendere dal treno, con in tasca poche pesetas e nemmeno un franco... avevo un giubbotto di jeans e dissi "é talmente sporco che se lo butto sul sedile sta in piedi da solo!". L'ho buttato sul sedile: è stato in piedi da solo.

      Elimina
    3. A me è successo lo stesso con un paio di jeans!:)

      Elimina
  9. Io adoro viaggiare in treno e questi due itinerari mi attirano molto. Anche a me piacerebbe visitare Trieste!😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noto che alla fine il treno piace a molta gente, bene. Sarà un po' lenon ma ha il suo fascino.

      Elimina
  10. Io propendo per il treno. Sarà che le mie uniche esperienze col pullman (in Italia), sono state poco simpatiche: caldo insopportabile e impossibilità di spegnere il riscaldamento, niente pausa pipì per tre ore (per me fondamentale), autista che guidava come un pazzo anche se aveva appena nevicato e il pensiero che il pullman avesse le gomme da neve non mi tranquillizzava, persone che per recuperare la propria valigia dal porta bagagli lo svuotavano sul marciapiede e si rischiava di ripartire lasciando a terra le valigie di chi non era sceso. Insomma per vari motivi non sono stata tranquilla. Passare lassù otto ore mi pare impensabile. Il treno notturno invece, preso per Berlino, anche con due cambi nel cuore della notte era andato bene, a parte la tratta del lunedì mattina con tutti i pendolari del mondo iperattivi quando noi volevamo ancora dormire (niente cuccetta per noi).
    Itinerario molto molto interessante il tuo, lo considero come il viaggio che vorrei anche io ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco io sono abbastanza temeraria ma il pensiero di fidarmi di un autista che guida come un pazzo mi fa venire l'ansia. Sull'autobus per l'aeroporto di malpensa cerco sempre di stare dal lato in cui ho caricato il bagaglio, giusto per dare un'occhiata ai movimenti di chi sale o scende prima di me (tanto per darti l'idea del mio grado di paranoia).
      Mi ricordo il vostro viaggio in treno per Berlino, ma avevo dimenticato che fosse un notturno.

      Elimina
  11. Anche a me ispirava tantissimo l'interrail, ma al liceo non ho trovato nessuno che lo volesse fare con me e non me la sono sentita di farlo da sola.
    Chissà, si potrebbe recuperare ora, magari risparmiando con l'idea del bus (anche se ho fatto vari viaggi in bus e non mi sono sempre trovata benissimo, specie sui notturni. I treni, anche se scalcagnati, tendono a lasciare più spazio).
    Mi sembra un itinerario molto interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh da sola anche no! Esperienza indubbiamente forte ma sono dell'idea che certi viaggi vadano fatti in compagnia.

      Elimina
  12. No ma questa cosa di una vacanza costruita così è bellissima, mica ci avevo pensato (non sono una cima and I know it).
    Comunque, io ho esperienza di una ventina di viaggi con Megabus e uno in Flixbus, ma per fortuna quest'ultimo ha inglobato il primo e i suoi pullman sono molto più comodi.
    Se ti può interessare sul mio blog ne ho scritto un post, ma sintetizzando ti dico che ne vale la pena: ho letto di alcuni ritardi, ma nei miei casi non è mai capitato; sono utilizzati da gente di ogni età (ho visto dal neonato con la mamma, ai settantenni che vanno a trovare i figli); non ci sono grosse restrizioni per le borse (certo che se vuoi portarti un kayak e un dobermann in gabbia, converrebbe leggere le linee per i bagagli) ma una volta ho trovato l'autista noioso che non mi ha accettato il "bagaglio a mano" perchè era uno zaino grosso.
    Per quanto riguarda i viaggi lunghi ti dico che io facevo Torino-Padova e Padova-Torino in sei ore, arrivando un po' acciaccata - ma c'è da dire che nelle fermate intermedie non scendevo mai dal bus per sgranchirmi, non sono esente da problemi di salute, e prendevo sempre il pullman il giorno dopo essere stata in piedi per sette ore sui tacchi.

    Per gli itinerari ti dico - se non ci sei già stata - che tre giorni a Vienna e Lione sono l'ideale per visitarle la prima volta.

    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo letto la tua esperienza con i viaggi in bus, devo recuperare il post perché ora non ricordo i dettagli.
      Il viaggio per Padova è lunghetto anche in treno, ma non pensato all'autobus, è evidente che è un mezzo di trasporto che non prendo mai in considerazione (forse perché ricordo un interminabile viaggio a Barcellona in gita e mi sono sono detta MAI PIÙ).

      Grazie per i consigli!

      Elimina
  13. a francoforte ti ospiterei io gratis! grazia per aver incluso la città nel tuo itinerario ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti farei un monumento! Troppo buona tu ❤

      Elimina
  14. Mi aggiungo alla schiera di chi non ha mai fatto l'interrail da gggiovane, e soprattutto a quelli a cui il tuo itinerario ispira tantissimo! Forse è l'idea che al momento mi attira di più: non troppo costosa e relativamente semplice - non sono in vena di viaggi avventurosi o voli lunghissimi per ora.
    Probabilmente opterei per il treno, mi sembra un'opzione più confortevole.
    Ti darei consigli su Londra, ma devo ammettere con vergogna che la conosco ancora pochissimo (per fortuna puoi contare su Clyo!), ma se avete tempo per un caffé quando passate di qui mi farebbe piacere incontrarti finalmente! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Londra in qualche modo devo riuscire a vederla prima o poi, e quando arriverà il momento un caffè con te e con Clyo è obbligatorio!!

      Elimina
  15. Brava Simo che hai sempre un sacco di belle idee (e di riflesso fanno venire tante altre belle idee a me). Ho l'immagine che negli autobus ci sia una maggiore quantità di umanità, però il treno ha un fascino che gli autobus se lo sognano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^_^ Io preferisco sempre il treno, ma è vero che un viaggio lungo in autobus (se escludiamo un infinito Torino-Barcellona di una vita fa) non l'ho mai fatto.

      Elimina
  16. Io questi itinerari te li copierei volentieri! L'autobus no, però, soffro di mal d'auto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, il mal d'auto non l'ho considerato.

      Elimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...