Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

lunedì 27 febbraio 2017Aggiornato il:

Korean BBQ a Torino

Fino ad una decina di anni fa della cucina asiatica si conosceva giusto quello che ci proponevano i ristoranti cinesi, adesso invece sono quasi certa che a Torino ci siano più ristoranti giapponesi che pizzerie. Che poi al 90% siano cinesi che propongono improbabili sushi nastro o costosi ristoranti dove raramente ho trovato i sapori provati in Giappone poco conta.

In questa massiccia proposta culinaria nipponica emerge un ristorante che propone cucina coreana, e siccome è una delle mie preferite non potevo non provarlo. Ci sono stata la prima volta un paio di mesi fa, quando aveva appena aperto, e sono tornata la scorsa settimana in piena astinenza da bulgogi.


Metto subito le mani avanti: il personale di sala (e immagino quello in cucina) spazia dalla Cina alle Filippine, ma i sapori e i piatti sono profondamente coreani perciò della nazionalità del cuoco mi importa poco o niente.

In sala siamo gli unici occidentali in mezzo ad una folta clientela dagli occhi a mandorla. E questo promette sempre bene.





Approfittiamo dell'offerta menu all you can eat chiedendo alla cameriera come funziona. "Potete ordinare quello che volete". Tutto-tutto-tutto?? Ci guarda, tutti e tre secchi secchi, alza un po' il sopracciglio ripetendo "tutto" mentre stava di certo pensando "ma dove vogliono andare sti residui del Biafra?".
Eh, cara mia, non sottovalutare mai l'appetito di un magro.


Partiamo dagli antipasti.

Doppia porzione di kimchi
Tteobokki
Insalata mista e insalata di polpo e rucola (che di coreano ha ben poco ma rinfresca)
Doppia porzione di ravioli

Saltiamo il primo ma io ho voglia di ramen con manzo perciò lo ordino.

Poi si parte col barbecue, e qui devo darvi un consiglio: vestitevi con qualcosa che dovrà per forza finire in lavatrice appena tornerete a casa, perché puzzerete di grigliata come a Pasquetta.

Ordiniamo svariati tipi di carne e dei funghi per il barbecue. Poi, siccome c'era ancora uno spazietto, prendiamo ancora una bistecca da dividere.

Per la cronaca non è avanzato niente, e mi sembra superfluo dire che era tutto buonissimo.


Prima parte della cena
(antipasti e ramen)
Il kimchi 김치 è un piatto che nella cucina coreana non manca mai.  Verdura (in genere cavolo) fermentato con spezie e peperoncino. Ha un sapore piuttosto forte e aspro che a un primo assaggio può disgustare, ma al secondo boccone diventa irresistibile.
In Corea è molto più piccante e forte, questa è una versione gustosa ma soft.


Una semplicissima insalata mista che ha l'importante funzione di spegnere i bollenti spiriti dei piatti più piccanti.


Il ramen (in coreano Ramyeon 라면) nella versione classica con fettine di manzo e uovo sodo.
Uno dei migliori ramen provati a Torino fin'ora, con tagliatelle spesse e un brodo davvero delizioso.


Tteokbokki 떡볶이 gnocchi di riso con salsa piccante, buonissimi. Anche in questo piatto col peperoncino ci sono andati leggeri (ed è un bene, in Corea ho rischiato più volte di andare a fuoco).


Ravioli coreani (mandu 만두) con ripieno di carne. Molto simili ai gyoza giapponesi, croccanti e buonissimi. Per accompagnare ancora insalata (polpo e rucola).


Seconda parte: bbq
(viene scoperchiata la griglia sul tavolo e arrivano i piatti da cuocere a piacimento)
Al centro del tavolo la griglia si scalda subito e cominciamo a cuocere le portate. Insieme alla carne ci viene servita insalata in cui avvolgere la fetta e le salse con cui condirla. Unica pecca: non c'era l'olio di sesamo in cui pucciare la carne, che in Corea non manca mai.
 Abbiamo grigliato anche dei funghi e per concludere la cena in bellezza, al posto del dessert, una bella bistecca.


Porzioni generose, prezzo più che buono (menu cena all you can eat € 22 bevande escluse), e ottima cucina coreana in un ambiente informale e accogliente. Mi è venuta voglia di tornare a Seoul.

---------------------------------------------------------
LINGI BBQ
Corso Vittorio Emanuele II, 29, 10125 Torino
---------------------------------------------------------


15 commenti:

  1. Umh, mi attira giusto qualcosa delle ultime foto.
    Quella brodaglia mi sa di zozzeria cinese XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi provarla almeno una volta, fidati. È un gusto che potrebbe piacerti molto, ho imparato ad amare i ramen in Giappone e penso che sia il mio piatto preferito.
      Se un giorno verrai a Torino ti porto a fare un tour dei sapori orientali (poi magari finiamo in un fastidio food per fare pace ^_^).

      Elimina
    2. fastidio food è un "lapsus" bellissimo! :)

      Elimina
    3. Volevo modificare il commento ma l'ho lasciato perché fa ridere @

      Elimina
    4. dai l'hai fatto apposta. Il kimchi ve lo lascio volentieri,ma quella grigliata mi attizza molto!

      Elimina
  2. Che meraviglia, non solo un ristorante coreano buono, ma pure all you can eat a prezzi più che decenti! Perché non vivo a Torino? Se ci capito non mi scapperà!
    Fra l'altro il ramen è difficilissimo da fare buono.

    (Posso dire che fastidio food è un lapsus freudiano eccezionale?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Milano non ci sono ristoranti coreani?

      (L'ho pensato anch'io! Il mio telefono a volte mi fa scherzi).

      Elimina
  3. Nemmeno io amo la brodaglia come MikiMoz :P E' più forte di me, ma non riesco a mangiarla.. però il resto sembra molto invitante e ammetto che mi attrae la griglia sul tavolo. Di solito, almeno dove sono stata io fino adesso, consegni i cibi scelti al cuoco che li cucina sulla griglia e poi un cameriere te li riporta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mangio anche i ramen istantanei (quelli sì che sono brodaglie!) ^_^

      Elimina
  4. Dimmi che ci sono tante cose vegetariane perchè le foto mi hanno provocato un'ipersalivazione incontenibile :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piatti vegetariani ce ne sono, ma devo ammettere che quando siamo passati alla grigliata ho prestato poca attenzione alle verdure che propongono nel menu. Devo rimediare!

      Elimina
  5. A me il ramen piace, ma come mi fa venire il mal di pancia lui non me lo fa venire nessuno. Però ogni sei mesi, diciamo, sono disposta a farmelo venire ;)
    Ah.. ma adesso sono vegetariana, non posso, uff (esiste il ramen con verdure? io l'ho sempre preso di manzo..). Preferisco il coreano torinese, naturalmente, se dici che non è piccante come l'originale, anche se per me sarà piccante comunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non sopporti il piccante forse è troppo forte. Io col tempo mi ci sono abituata ma i primi tempi non riuscivo proprio a mangiarlo.
      Il ramen vegetariano è difficile da trovare perché in genere il brodo è a base di carne ( o pesce). Devo indagare. A Torino c'è un altro ristorante specializzato in ramen, devo vedere se lì hanno la versione vegetariana.

      Elimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...