Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

giovedì 7 settembre 2017Aggiornato il:

Diario di viaggio - Singapore (prima parte)


Diario di viaggio - Singapore (prima parte)
16 e 17 agosto 2017


Sono sull'autobus per Malpensa. L'autista deve essere reduce da un Ferragosto parecchio alcolico, a giudicare dalla guida a zig zag e dall'occhio pallato. Stamattina all'alba siamo passati a fare colazione al bar di Maria (una cinese simpatica ma fuori di testa) che voleva a tutti i costi offrirmi un chupito. Ti ringrazio ma meglio di no, amica mia, sai com'è, mi sono appena alzata e vorrei evitare di perdere l'aereo.

A Malpensa c'è un discreto viavai di gente, ma al check-in c'è poca coda. Evidentemente non siamo arrivati abbastanza in anticipo dato che il volo è già pieno e non riusciamo ad avere i posti vicini. Pazienza.

È la prima volta che volo con Etihad, sono seduta vicino al finestrino, e di fianco a me c'è un ragazzo indiano gentilissimo con cui scambio qualche parola durante le sette ore scarse che ci vogliono per arrivare ad Abu Dhabi. A Lore va un pochino peggio, è nei sedili centrali ma almeno ha il posto corridoio. Per pranzo scelgo riso con agnello, terribile, e prendo una birra. Le ore passano abbastanza in fretta anche se non mi alzo nemmeno una volta per andare in bagno, dato che il mio vicino dorme e non lo voglio disturbare.



L'aeroporto di Abu Dhabi


L'aeroporto di Abu Dhabi è decisamente meno caotico di quello di Dubai, al nostro gate c'è poca gente e la temperatura è glaciale. Il volo per Singapore è un po' più lungo, ci mettiamo quasi nove ore in cui non riesco a chiudere occhio. In compenso riesco a vedere un'alba spettacolare. Abbiamo portato avanti l'orologio di sei ore, è già domani.

Devo dire che volare con Etihad mi è piaciuto. Sul volo per Singapore ho scelto il pesce ed era buono (se si può considerare buono il cibo sugli aerei) e ho apprezzato la bustina con i calzini, i tappi per le orecchie e la mascherina double-face (da un lato "svegliatemi per mangiare" e dall'altro "lasciatemi dormire").

L'aeroporto di Singapore è scintillante, pulito, super efficiente. Neanche il tempo di arrivare al recupero bagagli che i nostri trolley erano già sul nastro. Attenzione a cosa vi portate, le valigie vengono controllate minuziosamente e sappiate che è assolutamente vietato portare gomme da masticare, sigarette, determinati cibi e altre cose che vi consiglio di verificare (qui) prima di partire.

La linea MRT collega l'aeroporto alla città, abbiamo fatto il PASS di 3 giorni e siamo saliti sulla linea che arriva alla fermata dove si trova il nostro hotel senza dover cambiare. Il tempo è bruttino, il caldo è appiccicoso e sulla metro si congela. La periferia di Singapore è piuttosto anonima, ma man mano che ci si avvicina al centro le case diventano più colorate, si vedono diversi parchi e in generale sembra tutto più bello.

Il nostro hotel è vicino alla fermata Lavander, è mattina presto e il check-in è alle 14, ma abbiamo la (vana) speranza che la camera sia libera in anticipo. Niente da fare, lasciamo i bagagli al deposito e ce ne andiamo in giro per un primo assaggio della città.

Muscat Street

Victoria Street

Siamo a due passi dal quartiere arabo, che mi fa subito un'ottima impressione. Anzi, ottima impressione non basta, sono assolutamente entusiasta di tutto ciò che vedo. Tanto per cominciare le case, basse, con le porticine colorate, le persiane di legno, i portici... uno spettacolo. E poi i ristoranti, i locali, i murales e le vie strette. Mi piace da morire questo posto.

L'inglese è parlato ovunque, e questo facilita moltissimo la comprensione e l'orientamento. A Singapore la guida è a sinistra, ci metto un po' ad abituarmi, specialmente quando devo attraversare la strada e mi viene da guardare dalla parte sbagliata.

North Bridge Road

Bussorah Street

Un locale vicino Arab Street

Haji Lane (vicino Arab Street)

Haji Lane (vicino Arab Street)


È ora di pranzo, ci guardiamo intorno in cerca di un posto che ci ispiri e finiamo davanti a un ristorante dove il proprietario ci invita a sederci. Siamo stanchi e abbiamo fame, quindi ci accomodiamo sulla fiducia, senza guardare più di tanto i piatti proposti. Il menu del giorno prevede una zuppetta di cipolla e crostini all'aglio, giusto per cominciare ad abituarci subito ai sapori forti, seguito da un piattone di pollo, e altre due portate che lasciamo in cucina perché siamo sazi.

Zuppa di cipolla e crostini

Pollo e verdura


Alle 14 puntuali (non un minuto prima) abbiamo finalmente le chiavi della stanza, che supera le mie aspettative. Piccolina ma con ogni comfort, e una finestra enorme con una vista sui grattacieli che è una meraviglia (siamo al 14° piano). Dato che non facciamo in tempo a sistemarci che comincia a piovere ne approfittiamo per riposarci un po'. In fondo siamo svegli solo da circa 26 ore.

A Singapore fa buio abbastanza presto. Prendiamo un autobus a due piani direzione Clarke Quay, che un tempo era il molo dove attraccavano le navi merci, e adesso è il fulcro dei locali modaioli e famosa meta gastronomica, data la quantità di ristoranti presenti. Da qui partono le barche per i giri turistici (su cui si può anche cenare) e c'è una zona al coperto dove si concentrano i locali che fanno musica dal vivo. Noi scegliamo di cenare in un ristorante giapponese all'interno di un centro commerciale, dove sembra di stare davvero in Giappone.

L'offerta culinaria di Singapore è strepitosa, c'è la possibilità di assaggiare la cucina di tutto il mondo, e i sapori sono autentici. Sono rimasta molto colpita. E adesso ho di nuovo fame.

Clarke Quay

Ramen tipico dell'Hokkaido

La vista (notturna) dalla camera.





---------------------------------------------
Info pratiche:

Autobus 
Torino - Malpensa (Sadem) 2 ore - € 22
Bisogna acquistare i biglietti in anticipo sul sito o in biglietteria, perché se l'autobus è pieno si rischia di non poter salire. Se invece siete senza biglietto dovete aspettare che salgano tutti i prenotati e se c'è posto potete fare il biglietto a bordo ma portate i soldi giusti, che l'autista non ha mai resto.

Volo Etihad
Malpensa - Abu Dhabi (circa 6 ore e 30)
Abu Dhabi - Singapore (circa 8 ore 30)
(Ritorno Ho Chi Minh - Malpensa) Biglietti acquistati a fine febbraio € 760 a testa
Sedili piuttosto comodi, hostess gentilissime, cibo nella norma e set di cortesia con calzini, mascherina, tappi per leorecchie, spazzolino e dentifricio.

Hotel Boss****
500 Jalan Sultan Road, 199020 Singapore

Camera doppia Superior con vista città - € 278 per tre notti (SGD 447)
A 350 metri dalla fermata metro Lavender, su Kallang Road, con la fermata degli autobus proprio davanti all'albergo. A due passi da Arab street e in posizione comoda per visitare la città.
Camera non molto grande ma pulita, comodissima, con una grande finestra da cui si vede un bel panorama, soprattutto di notte quando tutto si illumina. Molto bella anche la piscina e la zona relax.
Un po' caotica la hall (c'è un viavai continuo di gente a ogni ora, a quanto pare è un albergo molto apprezzato dai gruppi numerosi) ma la zona delle stanze è silenziosa.

Prenotato su booking.com (se siete alla ricerca di un hotel e prenotate su booking cliccando su questo link avrete € 15 di bonus, approffittatene).

Le operazioni di check-in e chek-out sono rapidissime, e non trattengono il passaporto (come succede ad esempio in Cina e in Vietnam).

Dall'aeroporto c'è la linea MRT 3 che porta direttamente a Lavender, bisogna però scendere alla seconda fermata, Tanah Merah (occhio a scendere dal lato giusto) e prendere la MRT 2 che prosegue per la città (la MRT 3 torna in aeroporto, la MRT 1 invece va a Pasir Ris). Qui c'è la mappa della metro di Singapore.

Singapore Tourist Pass
Vale sulle linee MRT + LRT e Bus. Per 3 giorni SDG 20 + 10 di deposito rimborsabile.
C'è anche da 1 giorno (10 SDG + 10 di deposito) e 2 giorni (16 SDG + 10 di deposito).
È una tesserina comodissima (e conveniente) che permette di prendere tutti i mezzi di trasporto senza dover ogni volta fare il biglietto. Sugli autobus si passa sul lettore sia in entrata, vicino all'autista, che in uscita. Sulla metro si appoggia sul lettore che diventa verde e apre le porte.

Pranzo
PRICE COFFE HOUSE
249 Beach Road - Singapore
Due lunch set e una birra grande SDG 30.80
Nella zona di Arab Street c'è ampia scelta di ristoranti che a pranzo propongono convenienti menu a prezzo fisso.

Cena
HOKKAIDO RAMEN SENTOUKA
6 Eu Tong Sen St, 02-76, Singapore (Centro commerciale Clarke Quay Central)
Gyoza, due ramen, birra SDG 42.35
Sembra di essere in Giappone, e il cibo è squisito.

Altre info sui costi e sul cambio
Se siete fumatori, sappiate che a Singapore non potete portarvi la classica stecca comprata al duty free, purtroppo. E le sigarette a Singapore costano care (sugli 8 euro a pacchetto). A proposito di sigarette, si può fumare solo nelle smoking area e vicino ai posaceneri lungo la strada.

Ho scaricato sul telefono la app del convertitore valuta, per non impazzire ogni volta a fare calcoli a mente (specialmente il primo giorno, poi ci si abitua). Ho cambiato gli euro sia in aeroporto che allo sportello di fianco all'albergo e non mi è stata applicata nessuna commissione.

Ho pagato praticamente ovunque con la carta di credito (Mastercard).
---------------------------------------------



15 commenti:

  1. Alla mascherina "svegliatemi per mangiare" non ho capito più nulla 😂

    RispondiElimina
  2. ...devo ammettere che i piatti postati non sono di quelli che fanno cantare le mie papille, però un viaggio in Giappone, non sai quanto volentieri lo farei...
    all'erta per la seconda parte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto meditando di tornarci, in Giappone. Tokyo mi chiama!

      Elimina
  3. Non ho un'idea precisa di com'è Singapore, anche se ne ho sentito parlare spesso. Curiosa 'sta storia dei chewingum che non si possono portare o.O Aspetto il resto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono talmente tanti divieti che ci ironizzano sopra! Ho comprato una maglietta che fa morire, nei prossimi post metterò la foto così avrai un'idea di cosa intendo ;)
      Tra l'altro, dato che sei in partenza (sbaglio?), ho notato molte similitudini con Tokyo, nelle regole, nel modo di muoversi nelle stazioni. Quando sali sulle scale mobili devi metterti a sinistra (e immediatamente altrimenti intralci quelli che sono di corsa, cioè tutti), i semafori hanno tutti il segnale sonoro per i non vedenti, e si fuma solo nelle smocking area ma in alcuni locali si fuma all'interno.

      Elimina
    2. Si parto tra una decina di giorni. In effetti sì, specialmente quella del fumo fa un po' ridere.

      Elimina
  4. Potrei partire domani......Singapore andrebbe benissimo.....
    Mi viene da ridere ....sono tornata esattamente 11 giorni fa.....
    In attesa che passi questo lungo anno senza grossi fastidi (spero) mi gusto questo tuo bellissimo viaggio Singapore-Vietnam..
    Grazie Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lory! Se trovi un volo che fa scalo a Singapore facci un pensierino e fermati qualche giorno, è un mondo a parte, da vedere almeno una volta nella vita.

      Elimina
    2. Mi piacerebbe tanto ....speriamo.
      Ho guardato per lo Yunnan ma luglio e agosto sono i mesi peggiori per le piogge....

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. In effetti non è il periodo migliore, dovresti studiare un piano B in caso la regione sia impraticabile.

      Elimina
    5. Quasi quasi torno in Indonesia........

      Elimina
  5. Risposte
    1. C'erano dei pittori sotto ai portici che dipingevano dal vero le case colorate, avrei voluto sedermi con loro e disegnarle anch'io! Senza contare tutti i murales...

      Elimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente la moderazione ai commenti dei post più vecchi per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...